Derby, il Lugano fa cinque su cinque
I bianconeri superano 3-1 l’Ambrì. Per i leventinesi si tratta della quinta sconfitta consecutiva
di Thomas Schürch
Derby, il Lugano fa cinque su cinque
© CdT/Gabriele Putzu
Derby, il Lugano fa cinque su cinque
© CdT/Gabriele Putzu

Anche il quinto derby stagionale va al Lugano. Gli uomini di Pelletier si impongono 3-1 in rimonta alla Valascia grazie ai gol di Boedker, Arcobello e Lajunen. Di Grassi l’unica rete dei padroni di casa.

Prima frazione a reti inviolate
Parte forte il Lugano, che approfitta di due superiorità numeriche ravvicinate per mettere subito sotto pressione l’Ambrì, con i tentativi di Herburger e Fazzini, che colpiscono un palo ciascuno. I bianconeri insistono, ma Conz si fa trovare pronto e il ‘box’ leventinese resiste. Al quinto minuto i sottocenerini perdono Haussener, colpito da una discata alla testa. Ci provano quindi Arcobello da una parte e Flynn dall’altra, ma il risultato non si sblocca. Superati due minuti con l’uomo in meno, gli uomini di Pelletier si costruiscono un’ottima opportunità al 16’30’’: Heed pesca Lajunen solo nello ‘slot’, ma Conz si oppone e, sul ribaltamento di fronte, è Müller a impegnare Schlegel. Dopo un ultimo spunto personale di Kneubuehler, le due squadre vanno alla prima pausa sul parziale di 0-0.

Biancoblù avanti, ma il Lugano la gira
Al 25’38’’ l’Ambrì si porta in vantaggio: Schlegel respinge il tiro di Novotny, il ‘puck’ rimbalza su Grassi e finisce alle spalle dell’estremo difensore. Trascorrono poco più di due minuti e il Lugano sfrutta un doppio ‘powerplay’ per siglare il punto dell’aggancio. Il marcatore è Boedker, che colpisce a mezz’aria un disco vagante spedendolo nella porta di Conz. Incassato l’1-1, i biancoblù ricominciano a premere e si rendono pericolosi in situazione di superiorità numerica con Kostner e Perlini. Nel finale di frazione gli uomini di Cereda sfiorano il gol, ma Grassi e Perlini non trovano il guizzo vincente. Sono quindi i bianconeri, al 38’47’’, a realizzare la seconda rete di serata, grazie al contropiede finalizzato da Arcobello. Dopo un’ultima ghiotta opportunità per Sannitz, il periodo centrale si chiude quindi con i sottocenerini avanti 2-1.

In avvio di terza frazione il Lugano va vicino al gol in ‘powerplay’, colpendo un palo con Arcobello. L’Ambrì, dal canto suo, si costruisce tre grosse occasioni nel finale, ma Schlegel si oppone ai tentativi di Novotny, Kostner e Müller. A 57 secondi dalla fine Lajunen chiude quindi la contesa, realizzando a porta vuota la rete del definitivo 3-1 finale in favore dei bianconeri.

Tabellino:

HC Ambrì-Piotta-HC Lugano 1-3 (0-0) (1-2) (0-1)
Reti:
25’38’’ Grassi (Novotny, Zwerger) 1-0; 27’53’’ Boedker (Lajunen, Fazzini, in 5 c. 3) 1-1; 38’47’’ Arcobello (Bürgler, Boedker) 1-2; 59’03’’ Lajunen (a porta vuota) 1-3
Arbitri:
Stricker e Stolc (Obwegeser e Fuchs)
Penalità: 6x2’ contro Ambrì; 5x2’ contro Lugano
Ambrì-Piotta:
Conz; Fora, I. Dotti; Hächler, Fischer, Fohrler, Z. Dotti; Ngoy, Pezzullo; Kneubuehler, Flynn, Perlini; Zwerger, Müller, Incir; Grassi (C), Novotny, Cajka; Trisconi, Kostner, Mazzolini; Allenatore: Cereda
Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel (C), Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Lajunen, Suri; Walker, Sannitz, Bertaggia; Zangger, Herbueger, Haussener; Traber; Allenatore: Pelletier

Gli altri risultati di serata:
Berna-Langnau 4-3
Davos-Rapperswil 3-2 dr
Friborgo-Ginevra-Servette 1-2

Classifica Lna:
1. Zugo 42/98; 2. Ginevra 41/76; 3. Zurigo 43/76; 4. Friborgo 44/76; 5. Lugano 43/73; 6. Losanna 39/68; 7. Davos 44/67; 8. Bienne 42/65; 9. Rapperswil 45/47; 10. Ambrì-Piotta 44/44; 11. Berna 39/42; 12. Langnau 42/30

  • 1