Bürgler regala due punti al Lugano
La rete all’overtime del numero 87 permette ai bianconeri di superare 4-3 il Berna
di Thomas Schürch
Bürgler regala due punti al Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Si conclude con una vittoria da due punti il weekend bernese del Lugano. Gli uomini di Pelletier, con Zurkirchen tra i pali, si impongono 4-3 ai supplementari contro gli Orsi, bissando cosi il successo ottenuto ieri sera.

Reti inviolate
Il Lugano inizia la partita con il piglio giusto ed è Lajunen, dopo un primo tentativo di Antonietti, a costruirsi una buona opportunità. Per il Berna ci prova invece Andersson da posizione favorevole. La partita prosegue senza troppe interruzioni e sono i bianconeri ad andare più volte al tiro, rendendosi pericolosi con Fazzini. Nel finale di frazione sono però gli Orsi a sfiorare la rete del vantaggio, colpendo un palo con Burren. Le due squadre vanno così alla prima pausa sul risultato di 0-0.

Il Lugano mette la freccia
In avvio di periodo centrale i padroni di casa provano a farsi vedere dalle parti di Zurkirchen, ma sono i ticinesi a spezzare l’equilibrio al 25’53’’: una bella triangolazione tra Bertaggia, Lammer e Herburger permette a quest’ultimo di insaccare a porta vuota la rete del vantaggio bianconero. Trascorrono quattro minuti e gli uomini di Pelletier raddoppiano in ‘powerplay’ grazie a Fazzini, che sorprende Wüthrich con uno ‘slap’. Lo stesso numero 17 ha poi l’opportunità di segnare nuovamente, ma il suo tentativo si stampa sul palo. Nel finale di secondo tempo il Berna aumenta la pressione ed è Scherwey ad impegnare Zurkirchen. L’estremo difensore però si oppone e dopo quaranta minuti il risultato è quindi di 2-0 in favore del Lugano.

Si va all’overtime
Al 02’18’’ della terza frazione gli Orsi sfruttano la prima superiorità numerica di giornata per accorciare le distanze: Conacher va al tiro dopo una bella azione individuale, Jeffrey si avventa sul disco respinto da Zurkirchen e lo spedisce in porta. La squadra della capitale insiste e al 49’55’’ ci pensa Praplan a siglare il punto del 2-2 con una bordata imparabile. Il Berna approfitta del momento favorevole e si porta in vantaggio al 55’26’’ con Olofsson, che sfrutta un errore di Suri per realizzare il gol del 3-2 in ‘powerplay’. Il Lugano però non ci sta e acciuffa il pareggio a 02’51’’ dalla terza sirena. Il marcatore è Heed, che devia alle spalle di Wüthrich un appoggio di Arcobello. Il verdetto definitivo viene dunque rimandato all’overtime, deciso da Bürgler al 62’05’’. I bianconeri si impongono quindi per 4-3.

Tabellino:

SC Berna-HC Lugano 3-4 ds (0-0) (0-2) (3-1) (0-1)
Reti:
25’53’’ Herburger (Lammer, Bertaggia) 0-1; 29’57’’ Fazzini (Heed, in 5 c. 4) 0-2; 42’18’’ Jefferey (Conacher) 1-2; 49’55’’ Praplan (Scherwey, Henauer) 2-2; 55’26’’ Olofsson (in 5 c. 4) 3-2; 57’09’’ Heed (Arcobello, Fazzini) 3-3; 62’05’’ Bürgler 3-4
Arbitri:
Urban e Nikolic (Obwegeser e Progin)
Penalità:
3x2’ contro Berna; 2x2’ contro Lugano
Berna:
Wüthrich; Untersander, Henauer; Andersson, Zryd; Burren, B. Gerber; Thiry, C. Gerber; Conacher, Jeffrey, Olofsson; Scherwey, Praplan, Pestoni; Sopa, Heim, Moser (C); Berger, Bader, J. Gerber; Alleantore: Kogler
Lugano: Zurkirchen; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Bürgler, Arcobello, Boedker (C); Fazzini, Lajunen, Suri; Lammer, Herburger, Bertaggia; Zangger, Sannitz, Haussener; Traber; Allenatore: Pelletier

Classifica Lna:
1. Zugo 44/98; 2. Zurigo 45/79; 3. Friborgo 45/79; 4. Ginevra 44/78; 5. Lugano 45/78; 6. Losanna 43/76; 7. Bienne 46/75; 8. Davos 45/67; 9. Rapperswil 46/50; 10. Berna 45/49; 11. Ambrì-Piotta 46/47; 12. Langnau 44/31

  • 1