Ambrì, la rimonta non si concretizza
I leventinesi sono stati sconfitti 5-3 dai grigionesi
Redazione
Ambrì, la rimonta non si concretizza
© CdT/ Chiara Zocchetti

Quinta sconfitta consecutiva per l’Ambrì. Gli uomini di Cereda sono stati superati 5-3 dal Davos. Decisivo il periodo centrale, nel corso del quale i grigionesi hanno trovato quattro reti.

Parte bene l’Ambrì, che nei minuti iniziali riesce a rendersi pericoloso con Trisconi (palo esterno per lui) e Novotny. Tocca poi a Nättinen costruirsi una buona occasione, ma la conclusione del finlandese viene respinta da Guerra. Ed è quindi il Davos a sbloccare il parziale al 13’48’’ con Baumgartner. Il primo tempo si chiude così 1-0 in favore dei grigionesi.

I gialloblù prendono il largo
In avvio di periodo centrale i leventinesi beneficiano subito di una superiorità numerica, ma sono i padroni di casa a trovare il gol in ‘shorthand’ al 23’20’’ grazie a Corvi, servito nella circostanza da Ambühl. Trascorrono meno di due minuti e Frehner porta a tre le reti di vantaggio per i grigionesi. Superata la metà del confronto, una penalità inflitta a Grassi permette al Davos di giostrare con l’uomo in più e gli uomini di Wohlwend ne approfitanno per siglare il quarto punto di serata con Nygren. Cereda decide a questo punto di inserire Conz al posto di Ciaccio. Nel finale della seconda frazione c’è spazio ancora per il gol del 5-0 realizzato da Kienzle.

Reazione d’orgoglio
Ad inizio terzo tempo Ngoy realizza la prima rete di serata per i biancoblù con un ‘polsino’ all’incrocio dei pali. Tre minuti dopo tocca a Nättinen, in situazione di superiorità numerica, trovare la via del gol. La partita si riapre quindi al 54’29’’, quando un errore in uscita di Sandro Aeschlimann consente a Zwerger di siglare il terzo punto leventinese. Il ‘forcing’ finale degli uomini di Cereda non produce però ulteriori reti e il Davos si impone così per 5-3.

Tabellino:
HC Davos-HC Ambrì Piotta 5-3
(1-0) (4-0) (0-3)
Reti: 13’48’’ Baumgartner (M. Wieser) 1-0; 23’20’’ Corvi (Ambühl, in 4 c. 5!) 2-0; 25’09’’ Frehner 3-0; 33’45’’ Nygren (Corvi, in 5 c. 4) 4-0; 39’08’’ Kienzle (M. Aeschlimann) 5-0; 41’45’’ Ngoy (Flynn) 5-1; 44’23’’ Nättinen (Flynn, in 5 c. 4) 5-2; 54’29’’ Zwerger 5-3
Arbitri: Mollard e Dipietro (Altmann e Wolf)
Davos: S. Aeschlimann; Nygren, Jung; Heinen, Guerra; Stoop, Barandun; Frehner, Egli, Knak; M. Wieser, Baumgartner, Palushaj; Ambühl (C), Corvi, Nussbaumer; Kienzle, M. Aeschlimann, Canova: Allenatore: Wohlwend
Ambrì-Piotta: Ciaccio (Conz dal 33’45’’); Fohrler, Fischer; Ngoy, Pezzullo; Hächler, Z. Dotti; Pinana; Zwerger, Flynn, Perlini; Kneubuehler, Müller, Nättinen; Dal Pian, Novotny, Incir; Trisconi, Kostner, Grassi (C); J. Neuenschwander; Allenatore: Cereda

Gli altri risultati di serata:
Losanna-Lugano 2-3 ds
Langnau-Berna 2-4

Classifica Lna:
1. Zugo 36/81; 2. Zurigo 37/68; 3. Friborgo 38/68; 4. Lugano 37/61; 5. Davos 39/59; 6. Losanna 30/57; 7. Bienne 36/56; 8. Ginevra 31/54; 9. Rapperswil 39/42; 10. Ambrì-Piotta 34/34; 11. Berna 30/29; 12. Langnau 37/27

  • 1