Confermata la selezione per i GO di Tokyo di Gmelin e Delarze/Röösli
Il Comitato di selezione di Swiss Olympic ha confermato la selezione della singolista zurighese Jeannine Gmelin e del doppio Di Barnabé Delarze e Roman Röösli per i prossimi Giochi olimpici
di Americo Bottani
Confermata la selezione per i GO di Tokyo di Gmelin e Delarze/Röösli

Il Comitato di selezione di Swiss Olympic ha confermato la selezione della singolista zurighese (RC Uster) Jeannine Gmelin e del doppio Di Barnabé Delarze (Lausanne Sports) e Roman Röösli (SC Sempach) per i prossimi Giochi olimpici che si svolgeranno dal 23 al 30 luglio sul bacino del Sea Forest Waterway nel centro della capitale nipponica.

In occasione dei Campionati europei di Varese la Gmelin ha conseguito la medaglia di bronzo, mentre che il doppio di Delarze e Röösli si è classificato al quarto rango assoluto a soli 8/100 dalla formazione della Gran Bretagna. Ricordiamo che la 30enne atleta zurighese, nel 2017 a Sarasota (Florida), aveva vinto il titolo mondiale e l’anno successivo, a Glasgow, si era laureata campionessa europea. Per lei Tokyo rappresenta la sua seconda partecipazione olimpica. Nel 2016 a Rio de Janeiro si era classificata al 5° rango.

Seconda partecipazione alla competizione a cinque cerchi anche per Barnabé e Rössli. A Rio avevano partecipato con il quattro di coppia in compagnia di Augustin Maillefer e Nico Stahlberg vincendo la finale B (7° rango assoluto). Nel 2018, nel doppio, sono poi diventati vice-campioni del mondo e nei due anni successivi, in occasione dei Campionati europei, avevano vinto la medaglia d’argento.

Ora Wiss Rowing attende anche la conferma della selezione anche del 4 senza in considerazione dell’8° rango assoluto ottenuto nel 2019 ai Campionati del mondo di Linz e dell’ottima prestazione ai recenti Europei di Varese dove avevano mancato l’accesso alla finale A per soli 26/100.

Dal 16 al 18 maggio sul Rotsee di Lucerna verranno assegnati gli ultimi pass per Tokyo. Per la Svizzera saranno in gara il doppio “leggero” di Andri Struzina e Jan Schäuble (5° rango nella finale A di Varese) e, si spera anche quello femminile che aveva dovuto dare forfait a Varese per la rottura di una costola dell’atleta losannese Frédérique Rol.

Il Comitato di selezione di Swiss Olympic fa presente che, a tutt’oggi, complessivamente sono 11 gli atleti rossocrociati selezionati per I Giochi olimpici di Tokyo.

  • 1