Campionati europei, definiti gli equipaggi
Saranno otto gli equipaggi che rappresenteranno i colori rossocrociati ai Campionati europei di canottaggio in programma a Varese dal 9 all’11 aprile
di Americo Bottani
Campionati europei, definiti gli equipaggi

Saranno otto gli equipaggi che rappresenteranno i colori rossocrociati ai Campionati europei in programma a Varese dal 9 all’11 aprile. La selezione è avvenuta in occasione dei trials andati in scena a metà marzo sul lago di Comacchio (Corgegno). Si tratta, in campo femminile, della singolista del RC Uster, Jeannine Gmelin e del 4 di coppia composto da Pascal Walker (RC Zurigo), Lisa Lötscher, Fabienne Schweizer (SC Lucerna) e Ella von der Schulenburg (SC Küsnacht). In campo maschile avremo al via il singolista Tim Roth (Grasshoppers ZH), il doppio di Roman Röösli (SC Sempach) e Barnabé Delarze (Lausanne Sports) e il 4 senza di Andrin Gulich (SC Küsnacht), Joel Schürch (SC Sursee), Paul Jacquot (SC Zurigo) e Markus Kessler (RC Sciaffusa). Tre gli armi elvetici presenti nei pesi leggeri: Sofia Meakin (CA Vésenaz) nel singolo, Frédérique Rol (Lausanne Sports) e Patricia Merz (SC Zugo) nel doppio femminile, Andri Struzina (SC Zugo) e Jan Schäuble (SC Stansstad) in quello maschile.

Tre equipaggi sono già qualificati per i Giochi olimpici di Tokyo (la Gmelin, il doppio e 4 senza maschile) in base ai risultati scaturiti ai Campionati del mondo 2019 di Linz. “L’obiettivo è di aumentare la nostra delegazione per Tokyo. Ai trials di Corgegno gli atleti hanno dimostrato di aver raggiunto un’eccellente condizione fisica e un tasso tecnico di tutto rispetto a conferma dell’ottimo lavoro svolto in questi ultimi mesi, malgrado le restrizioni imposte dalle competenti autorità sanitaria per la difficile situazione epidemiologica. Purtroppo, nell’ultima giornata, viste le pessime condizioni del lago abbiamo dovuto ricorrere a test indoors su remoergometro”. È quanto ci ha dichiarato il direttore di Swiss Rowing, Christian Stofer.

Jeannine Gmelin e il doppio di Röösli e Delarze si propongono quali candidati per una medaglia agli Europei di Varese. Nel 4 senza, rispetto a Linz, c’è un cambiamento. A seguito di problemi alla schiena, il capo-voga zurighese Nicolas Kamber, sarà sostituito da Andrin Gulich. Il 22enne zurighese è tornato da un viaggio di studio negli Stati Uniti e durante l’inverno si è allenato intensamente con gli altri componenti dei “quadri” nazionali. Nel singolo, lo staff tecnico federale ha voluto dare un’ottima possibilità al non ancora ventenne marcantonio zurighese Tim Roth che sta attualmente terminando la scuola reclute. A Corgegno ha realizzato tempi di tutto rispetto. Agli ultimi mondiali U19, Roth ha ottenuto la medaglia di bronzo. Nel 4 di coppia femminile, Fabienne Schwizer, per motivi prettamente tecnici, ha sostituito Salome Ulrich. Quest’ultima sarà comunque presente a Varese in qualità di riserva. Nessun cambiamento nel contesto dei pesi leggeri. Ai trials di Corgegno, la 23enne ginevrina, medaglia d’argento agli Europei di Poznan, ha dimostrato di avere le carte in regolare per aspirare nuovamente ad un posto sul podio.

Swiss Rowing approfitterà sia degli Europei di Varese sia della prima regata di Coppa del mondo di Zagabria (30 aprile-2 maggio) per eventualmente apportare qualche correttivo agli equipaggi, in modo particolare nel doppio “leggero” (maschile e femminile), con l’intento di agguantare altri pass per Tokyo in occasione della gara d’appoggio in programma a metà maggio sul Rotsee.

  • 1