Vaduz-Lugano: le pagelle
Il Lugano ha riacciuffato il pareggio nei minuti di recupero, ma chi ha contribuito in bene e chi in male a questo risultato?
di Patrick Della Valle
Vaduz-Lugano: le pagelle
Foto CdT/Chiara Zocchetti

Il Lugano ieri ha portato a casa il terzo pareggio consecutivo, grazie al pareggio di Oss allo scadere. Per lui il voto più alto della serata di ieri, ma come hanno giocato i bianconeri? Ecco le pagelle di Vaduz-Lugano

Osigwe - Vicino ad intercettare il rigore. Pulito nelle uscite. Per il resto poco impegnato. Voto: 4,5
Kecskes - Impreciso e traballante. Voto:3,5
Maric - Spadroneggia. È come il vino: più invecchia e più migliora. Voto: 5
Daprelà - Solita solidità. Voto: 4,5
Lavanchy - Serata da dimenticare. Causa un rigore da pivello. Voto: 3
Lovric - Va a intermittenza ma comunque ci prova. Voto 4
Custodio - Impreciso come non capitava da diverse partite. Voto: 3,5
Sabbatini - Non in grandissima serata ma detta le trame bianconere. Voto: 4
Guerrero - Su e giù per la fascia senza grande costrutto. Voto: 4
Odgaard - Sprazzi di talento ma manca ancora la continuità che dovrà ritrovare partita dopo partita. Voto: 3,5
Gerndt - Non lascia il segno. Partita sottotono. Voto: 3,5
Bottani - Entra e sembra voler spaccare il mondo. Sciupa subito una buona occasione. Voto: 3,5
Lungoyi - Si incaponisce nel dribbling in una serata in cui le cose non girano a dovere. Voto: 3,5
Oss - Tocca un pallone e la infila in fondo al sacco. Voto: 6
Macek e Covilo - s.v.
Jacobacci - Un passo indietro sul piano del gioco. Arriva comunque al tredicesimo risultato utile nei minuti finali. Come Mourinho getta nella mischia tutto quello che ha da mettere nell’area avversaria. E ha ragione. Voto 4,5

  • 1