Lugano, Jacobacci non sarà più l’allenatore
Il club ha deciso di non rinnovare il contratto del tecnico, in scadenza del 30 giugno 2021
Redazione
Lugano, Jacobacci non sarà più l’allenatore
Foto © CdT/ Chiara Zocchetti

Il contratto con l’allenatore Maurizio Jacobacci non sarà prolungato oltre la propria scadenza naturale del 30 giugno 2021. Lo comunica l’FC Lugano in una nota stampa, aguruando “a Maurizio il meglio per il proprio futuro privato e professionale, sicuri che il suo operato sarà sempre ricordato con piacere e che entrerà di diritto nella storia del nostro sodalizio”. Si vocifera che Jacobacci sarebbe in procinto di trovare una nuova sistemazione al Grasshopper.

Jacobacci è giunto sulle rive del Ceresio a fine ottobre 2019 da Bellinzona “ed ha avuto il merito di risollevare le sorti della squadra in un periodo molto difficile e nel pieno della campagna di Europa League”. È poi giunta la pandemia, scrive il club, “durante la quale le difficoltà sono state parecchie ma sono sempre state affrontate in modo intelligente e costruttivo di concerto con la società”. “Il culmine del lavoro” dell’allenatore, secondo i bianconeri, “sono state le ben 17 partite consecutive senza sconfitte tra il 5 luglio 2020 ed il 13 dicembre 2020. In totale Jacobacci ha condotto la compagine bianconera in 66 occasioni, facendo registrare solo 18 sconfitte, con una media punti, in 60 partite di campionato, di 1,43. Jacobacci è anche l’allenatore più longevo dal ritorno dell’FC Lugano in Super League, prima di lui nessuno è rimasto alla guida dei bianconeri per più di una stagione completa.

  • 1