Le pagelle di Young Boys-Lugano
I voti ai protagonisti della sfida di Berna. Bottani il migliore. Male Kecskés
Redazione
Le pagelle di Young Boys-Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Baumann. Incolpevole sulle reti subite, sfiora la parata sul rigore di Siebatcheu e nel secondo tempo è decisivo su Camara. Voto: 4.5

Kecskés. Non chiude in tempo su Sulejmani in occasione del primo gol giallonero e causa il rigore che permette ai padroni di casa di raddoppiare con un fallo di mano ingenuo. Voto: 3

Maric. Lo Young Boys spinge e a tratti asfissia. Se il Lugano non perde la bussola è anche merito suo. Voto: 4.5

Facchinetti. Si perde Siebatcheu sul gol d’apertura dell’incontro, anche se il 24enne francese ha il merito di staccare benissimo. Per il resto offre una prova generosa anche se un po’ altalenante. Voto: 4

Lavanchy. Mette lo zampino con caparbietà su entrambe le reti bianconere con un assist sul gol di Lovric e un passaggio per Sabbatini che da il là al pareggio di Bottani. Voto: 4.5

Custodio. Solita prova generosa fatta di tanto lavoro oscuro davanti alla difesa, preziosissimo nell’economia del match. Voto: 4.5

Macek. Sbaglia tantissimi palloni nella prima mezz’ora e Jacobacci accarezza l’idea del cambio, poi un suo colpo di tacco sblocca l’azione del gol di Lovric. Resta però comunque piuttosto impalpabile fino alla sua uscita Voto: 3.5

Lovric. Fornisce una prova un pizzico meno brillante del solito, ma è una sua perla dalla distanza a scuotere il Lugano dal suo torpore iniziale, rimettendolo in carreggiata. Voto: 4.5

Guerrero. Prova piuttosto in ombra dello spagnolo, che davanti spinge poco, ma allo stesso tempo concede anche poco in difesa. Voto: 4

Bottani. È il miglior bianconero in campo. Si muove alla grande tra le linee e riesce a mettere in difficoltà la difesa bernese. È parte integrante dell’azione che porta al gol di Lovric e segna lui stesso il 2-2 finale. Voto: 5

Ardaiz. Era la sua grande occasione, ma l’uruguaiano sul sintetico del Wankdorf ha portato tanta buona volontà e poco altro. Non era un match semplice, d’accordo, ma la grossa occasione non sfruttata nel primo tempo -ormai un marchio di fabbrica- avrebbe potuto indirizzare il match su ben altri binari. Voto: 3.5

Lungoyi. Entra nella ripresa e prova a dare velocità alla manovra bianconera, riuscendoci però soltanto in parte. Voto: 4

Sabbatini. Trenta minuti bastano al capitano per prendere per mano la squadra e -tra una botta e l’altra- trovare lo spunto vincente che porta al 2-2 di Bottani. Voto: 4.5

Gerndt. Un quarto d’ora di contenimento per mettere in cassaforte il risultato. Voto: 4

Covilo. È prezioso nel gioco aereo sugli assalti finali dei gialloneri. Voto: 4

Daprelà. Gettato nella mischia nel finale, aiuta il resto dei compagni a respingere le ultime offensive dei padroni di casa. Voto: 4

Jacobacci. La sua squadra soffre, si risolleva, cade di nuovo ma poi cresce costantemente e si guadagna con carattere e merito un punto preziosissimo in casa della capolista. Forse il distacco coi gialloneri è ancora troppo grande, ma dietro all’YB è caccia aperta. Voto: 5

  • 1