Le pagelle di Lugano-Young Boys
I voti ai protagonisti della sfida di Cornaredo, finita per 2-0 a favore della capolista. Jacobacci ha preparato bene la partita, ma dovrà invertire la tendenza domenica contro il San Gallo
di della
Le pagelle di Lugano-Young Boys
L'allenatore del Lugano Maurizio Jacobacci deluso al termine della partita. © CdT/Gabriele Putzu

Baumann: nessuna colpa sui due gol, chiamato in causa solo un paio di volte. Voto: 4

Kecskes: pochissime sbavature. Voto: 4.5

Maric: due gol da dentro l’area di rigore. Ci aveva abituati a metterci una pezza. Voto: 3.5

Daprelà: sullo 0-2 troppo leggero. Voto: 3.5

Lavanchy: primo tempo da 5, secondo da 4. Voto: 4.5

Sabbatini: non al meglio e si vede. Voto: 4

Covilo: 45 minuti impressionanti in cui non sbaglia niente. Secondo logica cala nella ripresa. Voto: 5-

Custodio: non si risparmia malgrado gli acciacchi. Voto: 4

Guerrero: nel primo tempo non concretizza una bella manovra corale. Voto: 4

Bottani: brillante e nel vivo del gioco. Ma non segna, neppure quando la rete sembra già fatta, come quando getta alle ortiche la clamorosa chance dell’uno a uno. Voto: 3+

Gerndt: non ci siamo, fatica a carburare. Voto: 3

Abubakar: troppo presto per giudicarlo. Voto: sv

Lungoyi, Macek, Ardaiz: Voto: sv

Jacobacci: partita preparata benissimo. Nel primo tempo il Lugano gioca e diverte ma non segna. Di certo non per colpa sua. Nella ripresa lo Young Boys si porta in vantaggio e la sua squadra non trova le risorse (neppure dalla panchina) per tornare nel match. La vittoria manca ora da sei partite. A San Gallo domenica andrà invertita la tendenza. Voto: 4

  • 1