Le pagelle di Lugano-San Gallo
I voti ai protagonisti della dodicesima giornata di Super League
di Patrick Della Valle
Le pagelle di Lugano-San Gallo

Baumann: questa volta non ci sono dubbi: piazza un paio di parate determinanti. Voto: 5
Kecskes: qualche sbavatura in fase difensiva e di impostazione ma la sua rimane una prestazione sufficiente. Voto: 4
Maric: là dove non ci arrivano i compagni, lui c’è sempre. Voto: 5
Facchinetti: piacevole sorpresa. Meglio con il pallone che senza. Voto: 4
Guerrero: meno presente del solito ma comunque diligente. Voto: 4
Lavanchy: meno continuo del solito ma offre ai compagni due assist che chiedono solo di essere tramutati in gol. Voto: 4.5
Custodio: il classico fondamentale lavoro di ordine e raccordo. Voto: 4
Guidotti: parte propositivo ma la sua partita dura una manciata di minuti. Voto: sv
Lovric: è l’anima del gioco. Onnipresente, regala alla squadra più quantità che qualità. Voto: 4.5
Lungoyi: meglio che contro lo Zurigo. Ma quella palla che calcia sulla traversa da pochi passi... Voto: 3.5
Bottani: vivace ma inconcludente. Voto: 4

Macek: entra a freddo e dopo il Covid ma convince alla grande. Voto: 4.5
Sabbatini: il capitano sarà fondamentale nelle prossime e ultime due partite. Bentornato! Voto: 4
Ardaiz: spiace per lui (e per il Lugano) ma quel pallone doveva finire in rete. Voto: 3
Monzialo: pochi scampoli. Voto: sv

Jacobacci: parte senza una vera prima punta. Mossa azzeccata perchè davanti il Lugano costruisce parecchio. Non è colpa sua se gli attaccanti peccano di freddezza. Dopo il ko con lo Zurigo rimette comunque in carreggiata il Lugano. Voto: 4.5

  • 1