Le pagelle di Lugano-Losanna
I voti ai protagonisti della sfida di Cornaredo, terminata con uno 0 a 0. Bauman e Guerrero i migliori per i bianconeri, che però registrano diverse insufficienze
di Stefano Sala
Le pagelle di Lugano-Losanna
Foto © CdT/Gabriele Putzu

Baumann. Corre tre pericoli a causa di disattenzioni dei compagni, in uno è la traversa a salvarlo, nelle altre due occasioni si fa trovare pronto. Voto 5

Guerrero. Va a fare il Lavanchy e mostra subito grande personalità. È come un buon vino, non sfigura mai qualsiasi sia la pietanza. Voto 5

Kecskes. Impreciso, soffre la carica offensiva degli avversari, fatica ad impostare. Per lui una serata piuttosto complicata, anche Daprelà prova a scuoterlo. Voto 3.5

Maric. Studia l’avversario nel primo tempo, tiene la posizione. Nella ripresa impone la forza ed esperienza chiudendo gli spazi. Voto 4.5

Bottani. Corre ovunque per cercare quella scintilla che potrebbe cambiare il corso della partita. Si sacrifica anche a livello difensivo perdendo forse in lucidità. Voto 4.5

Sabbatini. Parte lento, anche a causa di un duro colpo alla nuca, si ritrova minuto dopo minuto. La sua esperienza sarà preziosa nel 2021. Bentornato. Voto 4

Gerndt. Non è ancora pronto, stanco, sbaglia palloni che di solito trasforma in assist per i compagni. Forse andava sostituito già all’intervallo. Voto 3.5

Custodio. Rischia di fare un frittata nella ripresa, salvato anche lui dalla traversa. Per il resto la solita partita di sostanza e intelligenza tattica. Voto 4

Lovric. Un’involuzione rispetto alle ultime due partite, non trova la trama del gioco. Voto 3.5

Daprelà. Un po’ come Maric lavora d’esperienza. Non si sbilancia nel primo tempo, poi nella ripresa domina la sua area di competenza e prova anche a proporre qualche verticalizzazione. Voto 4.5

Facchinetti. Nel primo tempo la palla resta lontana da lui, che non fa molto per provare a cambiare il corso degli eventi. Molto più incisivo nella ripresa. Su due calci piazzati non trova la testa di Covilo come richiestogli dalla panchina. Voto 3.5

Covilo. Di testa non lo trovano mai stasera. Lui intanto argina davanti alla difesa, recupera palloni e mai ne smarrisce. Voto 4.5

Lungoyi. Altra prova insufficiente, un paio di serpentine ma alla fine di costruttivo non resta nulla. Voto 3.5

Ardaiz. Certo la fortuna non lo aiuta, ad ogni modo c’è, è vivo, e l’occasione riesce sempre a crearsela. Voto 4

Macek. Il suo ingresso doveva portare dinamicità, tocca solo qualche buon pallone, senza incidere. Peccato, qualità e piedi buoni non mancano. Voto 3.5

Jacobacci. Ha capito che l’importante era non prenderle stasera, forse qualche cambio è arrivato in leggero ritardo, specie l’ingresso di Ardaiz. Voto 4

  • 1