L’Italia è ai quarti di finale
Le reti di Chiesa e Pessina ai supplementari permettono agli azzurri di superare 2-1 l’Austria
di Thomas Schürch
L’Italia è ai quarti di finale
Foto Shutterstock

L’Italia soffre più del previsto ma stacca il pass per i quarti di finale. Gli uomini di Mancini si impongono 2-1 nella sfida di Wembley contro l’Austria e attendono ora la vincente di Belgio-Portogallo.

Reti inviolate
Dopo un buon inizio da parte dell’Austria, l’Italia inizia a farsi vedere in avanti e si costruisce un’opportunità interessante con Barella, il cui esterno obbliga Bachmann a intervenire di piede. Nel prosieguo della prima frazione le occasioni da gol latitano e la più ghiotta capita a Immobile, che colpisce il palo con un destro da fuori area. Dopo un ultimo tiro di Spinazzola, le due squadre vanno all’intervallo sul parziale di 0-0.

L’equilibrio non si spezza
In avvio di ripresa ci prova Alaba su calcio di punizione, ma l’esterno del Bayern Monaco non inquadra la porta di Donnarumma. Gli uomini di Foda ora si fanno preferire e, dopo un tentativo di Sabitzer deviato da Bonucci, trovano la via del gol con Arnautovic. Il Var annulla però la rete del centravanti austriaco per una posizione di fuorigioco. I minuti scorrono e lo 0-0 resiste fino al triplice fischio. La partita prosegue dunque ai supplementari.

Avanti gli azzurri
Al minuto 95’ tocca al neoentrato Chiesa sbloccare il parziale: l’attaccante della Juventus riceve palla da Spinazzola, elude l’intervento di Laimer e trafigge Bachmann con una conclusione mancina. Nel finale del primo tempo supplementare ci pensa poi Pessina a operare l’allungo, siglando la rete del 2-0.

L’Austria ci prova, ma non basta
Al minuto 114’ la compagine austriaca riesce a dimezzare lo scarto con Kalajdzic. Si tratta dell’ultima emozione del confronto, che termina sul risultato di 2-1 in favore dell’Italia.

Tabellino:

Italia-Austria 2-1 (1-0)
Reti:
95’ Chiesa; 105’ Pessina; 114’ Kalajdzic
Arbitro:
Taylor
Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci (C), Acerbi, Spinazzola; Jorginho, Barella (67’ Pessina), Verratti (67’ Locatelli); Berardi (84’ Chiesa), Immobile (84’ Belotti), Insigne (107’ Cristante); Allenatore: Mancini
Austria (4-2-3-1): Bachmann; Lainer (114’ Trimmel), Dragovic, Hinteregger, Alaba (C); Schlager (106’ Gregoritsch), Grillitsch (106’ Schaub); Laimer (114’ Ilsanker), Sabitzer, Baumgartner (90’ Schöpf); Arnautovic (97’ Kalajdzic); Allenatore: Foda
Note: Wembley, 19’000 spettatori. Ammoniti: 2’ Arnautovic, 50’ Di Lorenzo, 51’ Barella, 103’ Hinteregger, 120’ Dragovic

  • 1