Il Breitenrain rinuncia alla Challenge League
La società bernese ha annullato il ricorso inoltrato per ottenere la licenza. Un’ottima notizia per il Bellinzona secondo in classifica
di T. S.
Il Breitenrain rinuncia alla Challenge League
Immagine © CdT/ Chiara Zocchetti

L'Fc Breitenrain annulla il ricorso contro la mancata concessione della licenza per la Challenge League, rinunciando così alla possibile promozione nella serie cadetta. Lo comunica il club bernese sul suo sito.

La questione dell’impianto
Il motivo principale della rinuncia da parte della società bernese è legato alla situazione dello stadio. Alla fine di aprile, la Swiss Football League (Sfl) aveva respinto la domanda di licenza del Breitenrain per la Challenge League, principalmente con riferimento all'infrastruttura del campo sportivo Spitalacker. A tal proposito “le nostre indagini hanno dimostrato che non è possibile trovare in tempo una soluzione alla questione dello stadio che non metta a dura prova il club, né finanziariamente né organizzativamente”, ha dichiarato il presidente del Breitenrain Claudio A. Engeloch

Sorridono le ticinesi
Un’ottima notizia per l’Ac Bellinzona, che in Promotion League occupa il secondo posto in classifica a quattro punti di distanza dai bernesi. Anche l’Fc Chiasso, terzo in graduatoria a meno sei dai granata, può adesso sperare nel salto di categoria. Alla conclusione del campionato mancano soltanto tre giornate e sabato 28 maggio, al Comunale, è in programma proprio il derby tra granata e rossoblù.

Il nodo della licenza
Anche il Bellinzona deve però ancora ricevere la licenza per giocare in Challenge League, così come Chiasso e Stade Nyonnais.

  • 1