Ex nazionale manda all’ospedale un addetto
Durante la sfida tra Cham e Bellinzona, l’ex portiere della nazionale Stephan Lehmann, 56 anni, si è reso oggi protagonista di un gesto inqualificabile
di fsu
Ex nazionale manda all’ospedale un addetto
Ex nazionale manda all’ospedale un addetto

Il curriculum di Stephan Lehmann è di tutto rispetto: quattro coppe svizzere e due campionati vinti con il Sion. In più, è stato per anni il secondo portiere della Nazionale rossocrociata, con tanto di trasferta a Usa ‘94. Oggi, però, nel suo palmarès va anche una macchia difficilmente cancellabile. Al quarantesimo del primo tempo di Cham-Bellinzona, l’ex stella nel recuperare una palla uscita dal campo ha inspiegabilmente spintonato il magazziniere del Bellinzona. La vittima ha battuto violentemente la testa e si è reso necessario un trasferimento in ospedale.

Un gesto che ha scioccato giocatori, tecnici e pubblico della sfida, valida per le qualificazioni della Coppa Svizzera 2021 (finita per 2-1 a favore della squadra di casa). Stephan Lehmann oggi sedeva sulla panchina del Cham quale preparatore dei portieri. “È un gesto inqualificabile”, commenta da noi raggiunto il presidente dei granata Paolo Righetti. “Un gesto violento che poteva avere conseguenze ben peggiori. Azioni di questo tipo devono essere bandite dai campi di calcio e punite”.

“Fino a quel momento era una bella partita, maschia questo sì, ma c’era da divertirsi”, continua Righetti. Il Bellinzona si è già attivato per sporgere denuncia. Incomprensibile, per il dirigente ticinese, è anche il comportamento dell’ex calciatore dopo il terribile gesto. Si è seduto in panchina quasi ridendo di ciò che aveva fatto: “Mentre tutto il pubblico, anche quello di casa, gridava via, via, via”. Alla fine Lehmann ha lasciato lo stadio.

La partita, che era sullo zero a zero al momento del fattaccio, è poi volta a favore del Cham. “I nostri giocatori erano frastornati, si parlava solo di quello, non capivano come potesse essere successo”. Il magazziniere, tornato in Ticino con la squadra in serata, si è poi recato in ospedale a Bellinzona, da dove è uscito con 7 punti di sutura alla testa.

Loading the player...
  • 1