Alex Fontana e Stefano Borghi protagonisti della GT Cup Open a Spa
Bilancio positivo per il pilota ticinese che in Belgio ha ottenuto una pole position e due podi
Redazione
Alex Fontana e Stefano Borghi protagonisti della GT Cup Open a Spa
Alex Fontana e Stefano Borghi protagonisti della GT Cup Open a Spa

Alex Fontana ha compiuto un'apparizione da protagonista assoluto nella GT Cup Open a Spa-Francorchamps, conquistando una pole-position e un doppio arrivo a podio al volante della Porsche 992 GT3 Cup schierata dal team GDL Racing dell’ex-pilota Gianluca De Lorenzi nella classe Pro-Am, la più importante ammessa.

Inserita a margine dell'impegno principale nel calendario 2022, la GT4 European Series, la trasferta in Belgio per Alex è stata l'occasione di correre insieme a Stefano Borghi, del quale è quest'anno coach driver. Il contesto della GT Cup Open ha permesso ad Alex di lavorare in modo ancora più efficace sullo sviluppo dello stile di guida di Borghi, che dopo alcuni anni di stop si è riaffacciato nel mondo del motorsport mostrando una costante crescita di competitività nell'arco del fine settimana.

Dopo le prove libere del venerdì, utili per scoprire meglio la macchina e definire gli assetti, Fontana ha effettuato la qualifica del sabato mattina valida per determinare la griglia di partenza della prima corsa. Il suo tempo, 2’25”705, gli ha garantito la pole-position ed è stato di ben 975 milliesimi più rapido rispetto a quello del principale avversario. Scattato davanti a tutti, Alex ha viaggiato da leader autoritario durante la prima parte di gara 1, caratterizzata da temperature molto elevate. Il ticinese nella sosta ai box obbligatoria ha consegnato i comandi della Porsche #67 al compagno di equipaggio Borghi, poi riuscito a tagliare il traguardo in terza posizione.

In gara 2 di domenica il versatile pilota svizzero è entrato in azione per il secondo stint, raccogliendo il testimone da Borghi che era buon sesto provvisorio, dopo il settimo crono siglato nella Q2 e un ritmo costante, a conferma dei progressi compiuti di sessione in sessione. Da quel momento, Fontana ha fatto valere la propria velocità e la propria esperienza per recuperare rapidamente fino alla seconda posizione finale.

Il bilancio complessivo del weekend è stato quindi molto positivo, tra una proficua attività di coaching con Borghi e il piacere che deriva dal poter gareggiare in prima persona, per giunta in uno splendido tracciato come quello di Spa. Per Alex, questa è stata inoltre la gradita opportunità di frequentare nuovamente il paddock dell'organizzatore GT Sport, conosciuto e apprezzato durante l'avventura nell'European F3 Open, in cui conquistò il titolo 2011.

  • 1