Ajla torna a sorridere: “Ho lasciato il cuore in pista”
La velocista ticinese, che tornerà a casa lunedì, ci ha raccontato la sua Tokyo
Redazione
Ajla torna a sorridere: “Ho lasciato il cuore in pista”

Dopo le lacrime incontenibili per il quarto posto della staffetta 4x100, Ajla Del Ponte oggi ha ritrovato il sorriso. Lo ha fatto rendendosi conto degli straordinari risultati raggiunti a questa olimpiade. Quinta nella gara individuale e quarta con le compagne ieri. “C’è voluto un momento per realizzare quello che abbiamo fatto”, ha detto intervistata da Teleticino. “La delusione che avevamo ieri è legata al fatto che la staffetta svizzera ha avuto un’evoluzione incredibile negli ultimi anni e possiamo batterci con le migliori al mondo”.

“Ho lasciato il mio cuore sulla pista”
“Sono cresciuta tantissimo durante queste Olimpiadi”, ha continuato. “Posso andare a casa fiera di me stessa, posso andare a casa sicura di aver lasciato il mio cuore sulla pista qui a Tokyo. Non vedo l’ora delle prossime olimpiadi a Parigi”. Ma non solo lei: per tutta la delegazione svizzera le olimpiadi sono da incorniciare. Delegazione all’interno della quale anche i sei ticinesi hanno di che sorridere, soprattutto per il sorprendente bronzo di Noè Ponti: “C’è chi la chiama sorpresa e chi non la chiama sorpresa”, ha commentato la velocista che non ha dimenticato le tante medaglie conquistate nelle discipline femminili dalle elvetiche: “Tante donne sul podio, penso che sia un bellissimo messaggio a tutto lo sport svizzero e a tutta la popolazione”.

Le misure? “Sono cose a cui siamo tutti abituati”
Gli atleti a Tokyo erano nella cosiddetta “bolla” per evitare che l’appuntamento olimpico potesse complicare ancor di più la situazione pandemica. Questo ha impedito loro di visitare la città, ma turismo a parte gli atleti l’hanno vissuta bene: “Non è stato così difficile. Ogni mattina al risveglio abbiamo fatto un test PCR, abbiamo portato la maschera in ogni momento, abbiamo disinfettato le mani con molto rigore. Sono cose a cui ormai siamo tutti abituati e che non ci hanno limitato così tanto”. Tanto che alcune tradizioni, come lo scambio dei pin delle rispettive delegazioni, sono state mantenute.

“Ho voglia di tornare a casa”
Lunedì Ajla Del Ponte sarà nuovamente in Ticino e potrà festeggiare con i cari i suoi risultati: “Ho voglia di tornare a casa, vedere i miei genitori, mio fratello e tutti gli altri”. Ma subito tornerà in pista per alcune gare e concluderà la stagione a Bellinzona. Ma i pensieri guardano già avanti, ai mondiali del prossimo anno e alle prossime Olimpiadi.

Loading the player...
  • 1