Ai Mondiali U23 di Racice, semifinale per il luganese Luis Schulte
Il portacolori della Ceresio è riuscito a giungere terzo e garantirsi un posto nella semifinale
di Americo Bottani
Ai Mondiali U23 di Racice, semifinale per il luganese Luis Schulte

Sei gli equipaggi elvetici in gara in questa terza giornata dei Campionati mondiali U23 di Racice. Il bilancio è più che mai confortante: tre in semifinale: Il singolista ceresiano Luis Schulte, il 4 senza maschile, Eline Rol nel singolo pesi leggeri), finale A per il quattro di coppia femminile. Dovrà per contro accontentarsi della finale B (dal 7° al 13° rango) per il doppio “leggero” di Chiara Cantoni e Olivia Nacht, quarto classificato alle spalle Turchia, Ungheria e Francia.

Nessuna sorpresa nel quattro di coppia femminile. Célia Dupré, Lisa Lötscher, Nina Wettstein e Salome Ulrich sono ormai una bella realtà. La gara non ha avuto storie. Ne fanno fede i distacchi inflitti a Russia, seconda classificata: 3” e Cechia, terza, a oltre 6”. Certamente confortante in vista della finale di domenica che vedrà al via Germania, Italia e Romania, classificati nell’ordine nell’altra semifinale.

Il 4 senza maschile di Patrick Brunner, Nils Schneider, Dominic Condrau e Maurin Lange ha mostrato sensibili progressi rispetto a quanto offerto in maggio in occasione della seconda regata di CdM di Lucerna. Il primo posto ottenuto nel ricupero di questa mattina con un crono di 6’06”17 fa ben sperare per il prosieguo della competizione. Al secondo posto, staccata di soli 20/100 troviamo la temibile Russia e a 4” la Grecia. Nell’altro ricupero il successo è arriso all’Italia, seguita da Cechia e Spagna.

La lieta sorpresa è scaturita dalla convincente prova offerta da Luis Schulte. Il portacolori della Ceresio non si è lasciato intimorire dalla presenza di avversari di tutto rispetto. Ha lottato come solo lui sa fare per garantirsi uno dei tre posti per la semifinale. Schulte, ancora quarto al passaggio dei 1000 metri, ha poi saputo innestare una marcia in più, ciò che gli ha consentito di superare lo spagnolo Koxme Burutaram, piuttosto in difficoltà per le condizioni del lago. È il danese Bastian Secher a tagliare per primo la linea del traguardo in un ottimo 6’50”66, seguito dal belga Tristan Vanderbussche e dal nostro Schulte, staccati di 3”, rispettivamente 5”.

Primo posto per la singolista “leggera” Eline Rol in 7’56”63 che equivale a un posto nella semifinale. Merito della ginevrina l’aver saputo contenere i ripetuti attacchi portati dall’atleta degli Stati Uniti, Brigid Kennedy, staccata di poco meno di 2”. Obiettivo raggiunto anche per il doppio femminile di Serafina Fürholz e Alina Berset, grazie ad un secondo rango in 7’16”33, a soli 26/100 dalla Lituania

Malgrado un veloce quarto tratto di gara, il doppio “leggero” della luganese Chiara Cantoni e dell’argoviese Olivia Nacht, non è stato sufficiente per agguantare l’agognata semifinale, obiettivo riservato ai primi due classificati, nel caso specifico a Turchia e Ungheria, classificati nell’ordine. Un terzo posto sfuggito alle rossocrociate per soli 17/10 a favore della Francia.

  • 1