Sport
"A Lugano per dimostrare di essere ancora un ottimo giocatore"
Le prime parole di Mikkel Boedker, nuovo straniero bianconero
La Redazione
"A Lugano per dimostrare di essere ancora un ottimo giocatore"
"A Lugano per dimostrare di essere ancora un ottimo giocatore"

"Penso che hanno mostrato grande interesse sin dall'inizio. Credo che potremo aiutarci a vicenda. Spero di ottenere grandi risultati. Non ho avuto altre offerte dalla Svizzera, il Lugano si è mosso subito e con grande convinzione. Ho parlato con Hnat Domenichelli ed è immediatamente nata una bella chimica. Dopo qualche chiacchierata mi è stato chiaro che avrei voluto giocare per il Lugano."

Si esprime così Mikkel Boedker, danese, nuovo straniero dell'HC Lugano. Per lui, 30 anni, contratto biennale e un addio alla NHL dopo 12 stagioni che non pensa affatto.

"No, sono stato qui a lungo. Sentivo che era giunto il momento di cambiare. Questa stagione è stata dura, penso di non aver ricevuto le occasioni che avrei meritato. Era il momento di tornare e conoscere una nuova lega, con tante buone squadre, tante piste caldissime. Ho voglia di confrontarmi con una nuova cultura."

A Lugano l'ex Ottawa ritroverà un ruolo di primo piano.

"Vorresti sempre essere un leader, vuoi sempre dare una mano alla squadra. Ho maturato tanta esperienza in NHL, sento di avere tanto dare e ho voglia dimostare a qualche persona che posso ancora essere un ottimo giocatore."

Una scelta, quella bianconera, che non ha nulla a che vedere con il virus che sta flagellando il mondo.

"No, avrei fatto la stessa scelta. Spero che il virus se ne vada in fretta per tornare presto a fare quello che più amo. Non vedo l'ora di arrivare a Lugano."

Un Lugano in cui ritroverà due volti noti: Mark Arcobello e Rob Cookson.

"Mark è arrivato in Arizona quando io ero infortunato. L'ho consociuto come persona e come giocatore, in Svizzera ha fatto grandi cose. Sarà bello giocatore con lui. Cookson l'ho avuto a Ottawa, sono andato molto d'accordo con lui. È bello poter arrivare in un posto nuovo e incontrare facce già conosciute. Non ho parlato con loro, non ho parlato praticamente con nessuno. È una scelta che volevo fare da solo.”

Da capire resta ormai solo il momento quando Boedker sbarcherà in Ticino. La NHL è attualmente ferma ma il campionato potrebbe riprendere e terminare ad estate inoltrata.

"Spero di arrivare presto. Non sappiamo cosa succederà con la NHL. Non so quando sarò davvero un giocatore del Lugano, spero però che sia più presto che tardi."

della