Simone Benzoni - S. Antonino nuova scuola dell’infanzia: Siamo sicuri di quello che stiamo per fare?
Redazione
Simone Benzoni - S. Antonino nuova scuola dell’infanzia: Siamo sicuri di quello che stiamo per fare?

La domanda principale che devono porsi i cittadini di S. Antonino è quella di essere sicuri che un ulteriore investimento di fr. 12 mio sia indispensabile e sopportabile per la casse comunali oppure sei non sia meglio ridimensionale il mega progetto riducendolo a 4 Sezioni per un costo massimo di fr 6/7 Mio ?

Dodici milioni sono tanti; la popolazione deve potere scegliere cosa vuole per il futuro: se non verrà presentato un progetto ridimensionato, sarà corretto lanciare un referendum contro il futuro credito di progettazione in quanto è importante che sia la popolazione a decidere se spendere tutti quei soldi per una nuova scuola dell’infanzia , o se spenderli in maniera più oculata creando una nuova struttura più piccola recuperando l’attuale struttura.

Lunedì 21 giugno 2022, il Municipio ha presentato il vincitore del concorso di progettazione indetto dal Comune per la realizzazione di una nuova Scuola dell’Infanzia esponendo tutti i 41 progetti consegnati in tempo utile.

Si è potuto apprendere che la giuria all’unanimità ha deciso di affidare il mandato allo studio di architettura Krausbeck Santagostino Margarido Sagl di Salorino (6 sezioni e un preasilo).

Purtroppo per le finanze Comunali, di investimenti da mettere in cantiere, procrastinati da anni, ce ne sono moltissimi: strade, fognature, casa comunale, collegamento pedonale con il piano, ecc. ecc. che sicuramente influenzeranno in negativo le finanze del Comune quando saranno messe in opera.

Si ipotizza di realizzare una NUOVA SCUOLA DELL’INFANZIA DI 6 SEZIONI E UN PREASILO, necessaria sicuramente, ma non in questi termini e a questi costi (si parla di 12 milioni ) che se aggiunti ai costi per le opere da recuperare (diversi milioni) e a quelli già votati ancora da eseguire di circa 3 milioni, faranno peggiorare ulteriormente le finanze comunali e schizzare il moltiplicatore al 100%, perdendo l’attrattività molto importante che il Comune ha goduto negli anni.

Bisogna garantire al massimo l’autonomia finanziaria comunale per evitare una fusione nel prossimo futuro.

L’attuale scuola dell’infanzia, composta di 4 sezioni, vetusta ma sempre funzionale, dovrebbe dover continuare ad ospitare 2 sezioni più il preasilo e il Comune pensare alla realizzazione di solo 4 NUOVE SEZIONI risparmiando parecchio e lasciare lo spazio anche agli altri investimenti importanti !!!

La situazione finanziaria è molto delicata come annunciato dalla sindaca nell’ultimo consiglio Comunale quando ha sostenuto l’aumento delle tasse dell’acqua potabile e preannunciato che sarà chiesto un ulteriore sforzo ai cittadini nei prossimi anni aumentando ancora le tasse rifiuti e canalizzazioni.

Tenuto conto che gli stipendi dei docenti sono sussidiati in parte dal Cantone è impensabile che venga concessa la creazione definitiva di 6 sezioni della scuola dell’infanzia per un comune di soli 2'572 abitanti; sicuramente verrà autorizzata la formazione di 4 sezioni definitive e 2 provvisorie.

L’incremento della popolazione ventilato dal Municipio per le otto domande di costruzione concesse dal 2016 ad oggi (110 nuove unità abitative) sono in parte quasi ultimate e saranno occupate sicuramente per la fine del 2022 inizio 2023 quindi il problema del presunto aumento dei bambini di scuola dell’infanzia potrebbe avvenire ancor prima di dare inizio ai lavori.

Visto che si è tergiversato fino ad oggi, valutare meglio il da farsi è un importante gesto di oculata gestione della cosa pubblica.

Negli ultimi 4 anni (Consuntivi 2018-2021) dove sono state aumentate tutte le tasse e il moltiplicare del 5%, il Comune ha effettuato investimenti lordi complessivi per fr. 6.092 Mio (media fr. 1.523 Mio) e ora si pensa di investirne in solo colpo fr. 12 Mio per la scuola dell’infanzia e altri milioni per strade, casa comunale, fognature, ecc. ecc. ?????

Nel piano finanziario 2021/2026 dell’ottobre 2021, sicuramente da aggiornare, la nuova scuola dell’infanzia costava fr. 10.295 Mio ma ora si parla già di fr. 12 Mio e siamo solo all’inizio

Nello stesso piano si prevede che le imposte aumenteranno di fr. 1.2 Mio ?? da fr. 7.6 Mio del consuntivo 2020 a fr. 8.8 Mio nel 2025.

A consuntivo 2021 il totale degli introiti fiscali (imposte) è risultato di soli fr. 6.7 Mio.

La particolare situazione economica in cui stiamo vivendo, dopo anni di emergenza dettato dalla pandemia COVID e le conseguenze della guerra in Ukraina, deve far riflettere prima di effettuare dei passi che potrebbe rilevarsi letali nel prossimo futuro.

La popolazione deve potere scegliere cosa vuole per il suo futuro e per le prossime generazioni.

Benzoni Simone
Cittadino di S. Antonino

  • 1