Rita Petralli - Un artigiano non può essere Sindaco?
Redazione
Rita Petralli - Un artigiano non può essere Sindaco?

Prendo spunto da quanto scritto dal signor Raffaele Scolari con il titolo Elezione del sindaco di Gordola, dove con stupore mi è parso di capire tra le righe (ma visto i commenti all’articolo non sono l’unica!) che in pratica egli afferma che un artigiano non può fare il Sindaco o quantomeno non sarebbe competente quanto un diplomato (sarebbe poi da specificare di quali alte qualifiche formative dovrebbe avere un Sindaco).

Premetto che conosco René Grossi dal 2014, essendo egli presidente di Nez Rouge Ticino, organizzazione di cui faccio parte e che ha saputo con la sua semplicità e umiltà portare da pochi interventi all’anno sotto natale a un’organizzazione che oggi collabora con i principali carnevali Ticinesi e altri eventi, questo a stretto contatto con la polizia Cantonale, Polizia Comunale e dipartimento istituzioni.

Personalmente conosco pochi laureati con la sua capacità di gestire e risolvere i problemi senza perdersi inutilmente in ore di riunioni o paginate di formulari, René Grossi è un pratico e benvoluto da tutti. Il fatto che la maggior parte dei suoi colleghi stimi il suo lavoro e la sua persona non mi stupisce affatto, lavorare con lui è un piacere.

Forse quindi la domanda da porsi sarebbe è l’abito e la parlantina che fa veramente il Sindaco?

Da parte mia sono convinta che in un gruppo conti molto di più chi senza tanti “paroloni” sappia collaborare con tutti e portare avanti le cose in modo concreto, sicuramente è molto più utile alla comunità un bravo artigiano che un egocentrico intellettuale.

Fossi a Gordola senza esitazione sosterrei René Grossi.”

Petralli Rita

  • 1