PS - Decreto Morisoli: ci opporremo a qualsiasi proposta di taglio!
Redazione
PS - Decreto Morisoli: ci opporremo a qualsiasi proposta di taglio!

Come Partito Socialista Ticino siamo delusi dal risultato della votazione sul Decreto d’Austerità Morisoli, pur essendo riusciti a mobilitare la popolazione a votare NO ben oltre l’area politica rosso-verde, che aveva lanciato il referendum.

Monitoreremo ora con grande attenzione la messa in atto di questo decreto e saremo pronti a scendere in piazza per raccogliere firme e chiamare la cittadinanza alle urne per evitare tagli concreti e per salvaguardare il ruolo attivo dello Stato e le condizioni di lavoro del personale pubblico. Oggi più che mai, in questo momento di grande incertezza riguardo al futuro, è inaccettabile tagliare sul servizio pubblico e sulle misure di sostegno alla popolazione. Saremo quindi pronti ad opporci anche con referendum a qualsiasi proposta di taglio.

Questo risultato non deve scalfire di una virgola il ruolo dello Stato, anzi. Le cittadine e i cittadini sono comunque ben consapevoli - in seguito alla pandemia e con la recente crisi in Ucraina, che ha portato al rincaro dei prezzi energetici e a grande incertezza anche economica - che è indispensabile poter contare sulla presenza e sulla capacità di uno Stato attivo, che possa e sappia intervenire in caso di necessità.

Anche perché non ci sono reali alternative: bisogna far sì che lo Stato agisca con investimenti strategici per affrontare il futuro del Cantone come l’invecchiamento della popolazione, l’aumento dei premi di cassa malati e dei prezzi dell’energia, il futuro dei giovani e le sfide più ampie, come il cambiamento climatico e le disuguaglianze sociali.

Una nota infine sulle finanze cantonali: ora più che mai diventa assolutamente indispensabile evitare di concedere spazio a nuovi sgravi fiscali per le persone più ricche, come propone il PLR. Lanciamo un appello alle altre forze politiche a rinunciare a misure di sgravio fiscale, proposte irresponsabili che mettono davvero sotto pressione le casse del Cantone e alimentano le disuguaglianze.

  • 1