Gianni Delorenzi
Non è un paese per vecchi
Redazione
21 giorni fa
Il presente contributo è l’opinione personale di chi lo ha redatto e non impegna la linea editoriale di Ticinonews.ch. I contributi vengono pubblicati in ordine di ricezione. La redazione si riserva la facoltà di non pubblicare un contenuto o di rimuoverlo in un secondo tempo. In particolare, non verranno pubblicati testi anonimi, incomprensibili o giudicati lesivi. I contributi sono da inviare a [email protected] con tutti i dati che permettano anche l’eventuale verifica dell’attendibilità.

 In Ticino mancano posti letto per le case anziani: lo dice e lo scrive nero su bianco il Cantone.

La Fondazione San Rocco aveva un mandato cantonale per realizzare una nuova struttura di ottanta posti e li voleva costruire in territorio di Vacallo.

Fu un tira e molla durato più di un decennio tra ricorsi, controricorsi, referendum, serate informative, lettere ai giornali.

Era un bel progetto che valeva decine di milioni di franchi.

È inciampato per un cavillo giuridico al TRAM, in pratica per un passaggio pedonale giudicato non conforme alla Legge, un dettaglio minimo rispetto a tutto il resto. Eppure era stato progettato da ingegneri ritenuti capaci e competenti, nonché suggerito da esperti degli Uffici governativi. Lasciamo perdere.

Si poteva riparare all’errore dell’accesso pedonale? Sicuramente sì, ma non si è nemmeno voluto provare: contrari la maggioranza dei politici di tre partiti. E così tanti soldi di progettazione buttati via: e non sono bruscolini.

Per alcuni municipali come me, ma soprattutto per il sindaco, ore di lavoro e sudore per niente; nessuno dal di fuori potrà mai immaginare quanto.

So che Municipio e Fondazione San Rocco stavano cercando un’alternativa per un altro terreno. Appena se n’è avuto sentore, appare sui giornali un’interpellanza a firma di rappresenti di tre partiti che esprime, perlomeno nei toni, scarsa positività… tanto per usare un eufemismo. Atto conforme alle regole che reggono la nostra democrazia e più che legittimo, per carità. Ma anche, è questa la goccia che fa traboccare il vaso?

Fatto sta che la Fondazione San Rocco, gli ottanti posti che le furono concessi li andrà a costruire altrove. Dopo tanto pazientare, come dar loro torto? “Lè mia, lè tua, lè morta l’umbria”.

Sono tra gli sconfitti: un bel progetto che con altri tanto ho lottato per realizzare, e che il popolo in votazione popolare aveva pur detto di volere, non vedrà mai la luce.

I vincitori, quelli che hanno costantemente remato contro, ora brindano, immagino. Faranno i botti stappando Champagne. Vacallo non avrà una casa anziani: Onore ai vincitori!

Gianni Delorenzi
Ex municipale

I tag di questo articolo