Michele Kauz - L’aeroporto di Lugano-Agno in mano ad un gruppo Ticinese?
Redazione

L’aeroporto di Lugano-Agno in mano ad un gruppo Ticinese?

Oggi sul portale liberatv.ch si legge l’articolo intitolato “Un gruppo di aziende capitanate dal colosso Ruag scrive al Municipio” con l’interesse di rilevare lo scalo e gestirlo per poi rilanciarlo, a costo zero per la città.

Sappiamo bene che la situazione dello scalo è a dir poco preoccupante, così come le finanze della città di Lugano.

Questa notizia, se fondata, potrebbe essere la soluzione giusta per la città, in quanto nella situazione attuale quest’ultima non è in grado di iniettare tutti quei milioni che ci sarebbero bisogno per chiudere il deficit e rilanciare lo scalo di Lugano-Agno.

Il gruppo di aziende Svizzere, in parte Ticinesi, capitanate dalla Ruag, vorrebbe gestire l’aeroporto cercando di rilanciarlo, mantenendo i posti di lavoro e creandone di nuovi.

Tale gruppo di persone sembra essere in grado di promuovere e gestire lo scalo, in quanto da anni lavora sul territorio, ma soprattutto conosce tutti i problemi dell’aviazione, e tutto ciò può solo far bene al futuro dell’aeroporto e non da ultimo anche alla città.

Alla luce di quanto sopraesposto chiedo:

 - Il Municipio è a conoscenza della richiesta fatta da questo gruppo?

 - Se sì, ha già valutato se questa opzione può essere valida e presa in considerazione?

 - Il Municipio ha fatto una valutazione su quanti soldi (del contribuente) potrebbe risparmiare se venisse concessa la gestione a questo gruppo, capitanata dal colosso Ruag, visto che intende dirigere lo scalo di Agno a costo zero per la città?

 - Quando il Municipio intende decidere su quale strada prendere per il futuro dello scalo di Agno?

 - Oltre a questo gruppo di aziende Svizzere, ci sono altre persone o aziende che si sono fatte avanti per gestire, aiutare o investire nello scalo?

 - Se sì, quante richieste sono giunte in Municipio?

 - Di queste, quante e quali possono essere prese in considerazione?

 - Il Municipio ha già fatto una valutazione, nel caso in cui volesse continuare a gestire lo scalo, del capitale necessario per ricapitalizzare la Lugano Airport SA e per un suo futuro rilancio?

Michele Kauz

Consigliere Comunale di Lugano