Giovani Udc - 3 no e un sì il 13 febbraio
Giovani Udc - 3 no e un sì il 13 febbraio
  • 1
    Regolamento sezione ospiti
    Il presente contributo è l’opinione personale di chi lo ha redatto e non impegna la linea editoriale di Ticinonews.ch. I contributi vengono pubblicati in ordine di ricezione e la redazione cerca di offrire a tutti la medesima visibilità in homepage. La redazione si riserva la facoltà (non sindacabile) di non pubblicare un contenuto o di rimuoverlo in un secondo tempo. In particolare, non verranno pubblicati testi anonimi, incomprensibili o giudicati lesivi. I contributi sono da inviare a [email protected] con tutti i dati che permettano anche l’eventuale verifica dell’attendibilità.

Il comitato cantonale dei Giovani UDC Ticino ha preso recentemente posizione sui temi in votazione popolare il prossimo 13 febbraio, invitando la popolazione a respingere le due iniziative, ad approvare la modifica di legge sulla tassa sul bollo e a respingere la tassa sui media.

Due iniziative popolari pericolose

I Giovani UDC respingono chiaramente l’iniziativa “Sì al divieto degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani”, che vorrebbe vietare sia gli esperimenti sugli animali sia l’importazione di prodotti sviluppati ricorrendo a tali esperimenti. Tale iniziativa è da considerarsi estrema e pericolosa, visto che metterebbe in pericolo lo sviluppo e il commercio di farmaci e terapie con cui migliorare il trattamento di malattie. La Svizzera ha inoltre già una delle leggi più severe al mondo in materia di sperimentazione animale.

I Giovani UDC respingono pure l’’iniziativa “Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco”: nonostante l’intento di proteggere i giovani dai pericoli del fumo sia nobile, il nostro partito ritiene pericoloso vietare la pubblicità di prodotti legali, ma che fanno male alla salute. Per coerenza, il prossimo passo potrebbe essere vietare la pubblicità del Merlot Ticinese o degli insaccati, in quanto anch’essi mettono potenzialmente in pericolo la salute.

La legge sui media mette in pericolo la democrazia

Chiaro NO dei Giovani UDC anche sulla legge sui media, che mette in pericolo la democrazia, andando a minare l’indipendenza e la neutralità dei media. Infatti, dei 178 milioni di CHF promessi dalla legge, quasi niente andrà ai media locali e media gratis online, e il 70% finirà nelle tasche dei 5 grandi editori svizzerotedeschi, che si guarderanno bene di criticare lo stato in futuro se rischiano di perdere la sovvenzione per ritorsione.

L’abolizione della tassa sul bollo rafforza la nostra economia

Infine, i Giovani UDC sostengono con convinzione l’abolizione della tassa sul bollo: siamo convinti che le imprese debbano avere la possibilità di crescere ed innovarsi senza dover pagare una tassa che fa lievitare di non poco i loro costi di investimento. Questo andrebbe a rafforzare l’attrattività e l’economia del nostro paese, oltre che a salvaguardare i posti di lavoro.

Ultime Notizie: Ospiti
  • 1