Erika Franc -Proposte per l’economia verde in centro città di Bellinzona
Erika Franc -Proposte per l’economia verde in centro città di Bellinzona
  • 1
    Regolamento sezione ospiti
    Il presente contributo è l’opinione personale di chi lo ha redatto e non impegna la linea editoriale di Ticinonews.ch. I contributi vengono pubblicati in ordine di ricezione e la redazione cerca di offrire a tutti la medesima visibilità in homepage. La redazione si riserva la facoltà (non sindacabile) di non pubblicare un contenuto o di rimuoverlo in un secondo tempo. In particolare, non verranno pubblicati testi anonimi, incomprensibili o giudicati lesivi. I contributi sono da inviare a [email protected] con tutti i dati che permettano anche l’eventuale verifica dell’attendibilità.

Si parla molto della progressiva chiusura dei piccoli negozi nel centro città di Bellinzona. Sono convinta che il centro storico della nostra capitale abbia una funzione importante per la vita sociale ed economica della città e che possa proporre un’alternativa valida ai centri commerciali delle zone periferiche. La domanda è: che tipo di economia vogliamo?

Ecco alcune proposte di negozi o commerci che potrebbero essere allettanti per il centro di Bellinzona e dunque contribuire a ravvivare la vita sociale ed economica della città e nel contempo aiutare a diminuire l’impronta ecologica dei fruitori:

- Un negozio “leggero”, dove si possono acquistare alimenti e altri prodotti sciolti, senza imballaggi.

- Un negozio di riparazione per elettrodomestici.

- Un atelier dove si mettono a disposizione degli attrezzi per fare ad esempio dei lavori con il legno oppure di cucito, per chi vuole fare lavoretti ma non ha né posto ne attrezzi a casa.

- Un negozio di seconda mano, in particolare per merce legata al mondo dei bambini.

- Un ristorante o ufficio per ditte start-up (che hanno bisogno di poco spazio e un computer portatile per lavorare) comprensivo di Internet, e con affitti a basso costo.

- Un ufficio di consulenza per uno stile di vita improntato sull’ecologia e sullo sviluppo sostenibile: ad esempio per informazioni su vacanze sostenibili, panelli solari, giardini naturali, ecc.

- Un ristorante etnico con cucina eritrea, siriana, ecc... in collaborazione con i centri di richiedenti d’asilo.

- Un ristorante take away e/o mensa con una cucina sana e bio per genitori e altre persone che non hanno tempo o voglia di cucinare.

- Un ristorante con sala giochi interna per bambini, per genitori ai quali piace ogni tanto andare mangiare a cena o fare un brunch la domenica di pioggia assieme con i bambini senza dover scusarsi continuamente se i bambini corrono in giro.

E di sicuro ci sono una moltitudine di altre proposte! Sarebbe importante e utile che la città sostenga tali progetti innovativi e sostenibili.

Erika Franc, candidata al consiglio comunale per i Verdi di Bellinzona (Lista 7: I Verdi-FA-MPS-POP-Indipendenti)

Ultime Notizie: Ospiti
  • 1