La resa dei conti
Polo sportivo e degli eventi: a La domenica del Corriere il confronto tra Marco Borradori, Fulvio Pelli, Filippo Lombardi e Giuseppe Sergi
Redazione
La resa dei conti

A Cornaredo svettano le modine e i palloncini rossi, ma per ora non c’è nulla da festeggiare. Il Polo sportivo e degli eventi (PSE) sta infiammando gli animi come pochi dossier sono riusciti a fare nella città faro del Cantone. Una città che necessita di un nuovo stadio, pena la scomparsa del Football club Lugano, ma non ha la forza finanziaria per fare tutto da sola. Da qui l’accordo con un gruppo privato (il gruppo HRS) che costruirà anche edifici, in particolare le due torri della discordia, due occhi che osserveranno da nord la città di domani. Domani la palla passerà nelle mani del Consiglio comunale, l’aria è pesante e l’annunciato referendum finirà per trascinare i luganesi alle urne dopo l’estate. Il vicedirettore del Corriere del Ticino Gianni Righinetti ne parla a La domenica del Corriere (dalle 19 su Teleticino) con i suoi ospiti: Marco Borradori, sindaco di Lugano; Filippo Lombardi, candidato PPD al Municipio; Fulvio Pelli, candidato PLR al Consiglio comunale; Giuseppe Sergi, coordinatore MPS e John Robbiani, caporedattore del Corriere del Ticino. Il PSE è a tutti gli effetti una battaglia politica con molti interessi privati (più o meno dichiarati) in gioco.

  • 1