Hackeraggio a Microsoft, almeno 30’000 vittime
I criminali informatici sarebbero legati alla Cina, hanno sfruttato una vulnerabilità di Exchange
Redazione
Hackeraggio a Microsoft, almeno 30’000 vittime
Foto Shutterstock

Sono almeno 30’000 negli Stati Uniti le vittime - comprese banche, aziende e governi locali - di un gruppo di hacker legati alla Cina che hanno rubato e-mail sfruttando le vulnerabilità del server di Microsoft Exchange. Lo riporta il sito Krebs on Security, specializzato nei crimini informatici. Nella lista ci sono anche cooperative di credito, non profit, fornitori di telecomunicazioni, aziende pubbliche, unità di polizia e dei vigili del fuoco.

L’operazione cinese segue il maxi cyber attacco SolarWinds, attribuito ad hacker legati alla Russia.

  • 1