Magazine
Svelata la più profonda foto dell’Universo
Immagine Nasa
Immagine Nasa
un mese fa
Il presidente Joe Biden ha mostrato la prima immagine realizzata dal potente telescopio spaziale James Webb Telescope: “Un giorno storico”

Si apre una nuova era per l’osservazione in grande dettaglio dell’Universo. Lunedì sera il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha mostrato la prima immagine realizzata dal telescopio James Webb Telescope (JWST), lo strumento più potente mai realizzato, erede del glorioso Hubble. L’immagine, scattata all’infrarosso, mostra un ammasso di galassie a 5 miliardi di anni luce da noi ed è la prima a essere divulgata tra quelle realizzate tra gli strumenti scientifici del James Webb lanciato a Natale e ora in piena operatività. La NASA, insieme all’Agenzia spaziale europea (ESA) e quella canadese (CSA), mostrerà oggi, martedì 12 luglio, altre immagini fornendo maggiori informazioni scientifiche sui corpi celesti osservati e sulle condizioni del telescopio.

L’immagine più profonda e nitida dell’universo
La nuova immagine, denominata “Webbs First Deep Filed”, è l’immagine a infrarossi “più profonda e nitida” dell’universo conosciuta fino ad oggi, spiega la Nasa. Migliaia di galassie (SMACS 0723), inclusi gli oggetti più deboli mai osservati all’infrarosso, sono apparse per la prima volta alla vista del telescopio. “Questa fetta del vasto universo copre una porzione di cielo grande all’incirca come un granello di sabbia tenuto a distanza di un braccio da qualcuno a terra”, spiega la Nasa. “L’immagine mostra l’ammasso di galassie SMACS 0723 come appariva 4,6 miliardi di anni fa” e sono visibili caratteristiche e strutture delle galassie dell’ammasso che finora non era stato possibile osservare.

Un giorno storico
L’inquilino della casa Bianca ha parlato di “giorno storico” mentre mostrava l’immagine. “Oggi si apre un nuovo capitolo nell’esplorazione dello spazio”, ha dal canto suo affermato la vicepresidente Kamala Harris, anch’essa presente durante la presentazione. “Galassie che brillano accanto ad altre galassie. Una piccola porzione dell’universo”, ha affermato il numero uno della Nasa, Bill Nelson spiegando a Biden la prima immagine ripresa dal telescopio James Webb, con il quale saremo in grado “di rispondere a domande che ancora non sappiamo ancora formulare”.

Il più grande telescopio mai inviato nello spazio
Lanciato il 25 dicembre 2021 dallo spazioporto di Arianespace a Kourou, nella Guiana francese, il JWST negli ultimi mesi ha percorso milioni di chilometri per compiere osservazioni del cosmo come non era mai stato possibile fare prima. Per mesi, dopo il lancio, la NASA ha lavorato per calibrare gli strumenti del telescopio e assicurarsi che funzionassero come atteso. Il JWST funziona a raggi infrarossi, che consentono lo studio di oggetti e di regioni dello spazio altrimenti oscurate dai gas e dalle polveri nello spettro visibile. Nei prossimi anni, il JWST consentirà di osservare galassie lontanissime e mostrerà corpi celesti a miliardi di anni luce dalla terra.

Il telescopio James Webb. Immagine Shutterstock
Il telescopio James Webb. Immagine Shutterstock

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata