Cinema
Si è spento Carl Weathers
Wkimedia Commons
Wkimedia Commons
Redazione
22 giorni fa
L'attore, che aveva 76 anni, era noto soprattutto per aver interpretato il pugile Apollo Creed in Rocky.

Carl Weathers, l'Apollo Creed dei primi quattro film di Rocky accanto a Sylvester Stallone, è morto oggi a 76 anni. Lo ha detto a Variety il manager Matt Luber. Weathers, che aveva cominciato da atleta giocando nella National Football League, aveva recitato nel 1987 in "Predator" con Arnold Schwarzegger, e avuto un ruolo memorabile in "Happy Gilmore" di Adam Sandler, un film in cui era rimasto gravemente ferito durante una caduta. Più di recente era stato candidato a un Emmy per la serie spinoff di "Guerre Stellari The Mandalorian" per Disney +, di cui aveva anche diretto un paio di episodi della seconda e terza stagione. Weathers aveva inoltre dato la voce a Combat Carl in "Toy Story", e recitato in una versione romanzata di se stesso nella serie "Arrested Development".

La testimonianza della famiglia

"E' morto in pace nel sonno", ha fatto sapere intanto la famiglia: "E' stato un essere umano straordinario che ha vissuto una vita straordinaria. I suoi contributi al cinema, alla televisione, alle arti e allo sport hanno lasciato un segno indelebile attraverso le generazioni". In una carriera di 50 anni, Weathers aveva recitato in oltre 75 tra film e serie tv. Ma il suo ruolo più celebre era stato quello del campione dei pesi massimi del primo "Rocky" nel 1976. L'attore aveva poi ripreso la parte in "Rocky II" tre anni dopo per un rematch con Rocky Balboa (Stallone), e in "Rocky III" del 1982, per concludere nel 1985 con il quarto film della serie in cui viene ucciso sul ring dal peso massimo russo Ivan Drago (Dolph Lundgren). La legacy del personaggio dura ancora: Michael B. Jordan interpreta la parte di suo figlio nella serie dei film "Creed", il cui quarto episodio dovrebbe uscire prossimamente.

I tag di questo articolo