Salute
Scoperta l'origine dell'emicrania: va ricondotta a una via di segnalazione del cervello
© Shutterstock
© Shutterstock
Keystone-ats
15 giorni fa
I ricercatori guidati dall'Università di Copenhagen hanno condotto lo studio sui topi, ma i dati indicano che il meccanismo dovrebbe essere lo stesso anche negli esseri umani.

Svelata l'origine, rimasta finora misteriosa, dell'emicrania: sta in una via di segnalazione del cervello finora sconosciuta, che mette in contatto alcune proteine con i nervi sensoriali responsabili della percezione del dolore. La scoperta, pubblicata sulla rivista Science, apre la strada a nuovi trattamenti validi anche per altre tipologie di mal di testa, come quello provocato dal ciclo mestruale. I ricercatori guidati dall'Università di Copenhagen hanno condotto lo studio sui topi, ma i dati indicano che il meccanismo dovrebbe essere lo stesso anche negli esseri umani.

Lo studio

Gli autori dello studio guidato da Martin Kaag Rasmussen hanno scoperto che, durante un attacco di emicrania, il cervello produce delle proteine che raggiungono un'area alla base del cranio, una sorta di porta di accesso al sistema nervoso periferico che mette in comunicazione il cervello con il resto del corpo. Da qui, le proteine sono quindi libere di attivare i nervi sensoriali che segnalano il dolore, provocando il mal di testa. I risultati spiegano anche perché l'emicrania colpisce di solito un solo lato della testa, un altro quesito rimasto finora senza risposta: le proteine non si diffondono in tutto il cervello, ma colpiscono per lo più il sistema sensoriale del lato nel quale sono state prodotte.