La biodiversità soffre per le emissioni di azoto e di fosforo
Secondo l’Accademia svizzera delle scienze naturali, nessuno degli obiettivi di riduzione fissati dal Consiglio federale è stato raggiunto
Redazione
La biodiversità soffre per le emissioni di azoto e di fosforo

In Svizzera, le emissioni eccessive di azoto e di fosforo nuocciono gravemente alla biodiversità e all’ambiente e accentuano i cambiamenti climatici. Secondo l’Accademia svizzera delle scienze naturali, nessuno degli obiettivi di riduzione fissati dal Consiglio federale è stato raggiunto.

“Le emissioni aggravano il cambiamento climatico”
In una nuova scheda informativa, il Forum biodiversità dell’Accademia delle scienze naturali descrive come gli eccessi d’azoto e di fosforo danneggino le foreste e le acque. Le emissioni aggravano il cambiamento climatico compromettendo la salute umana, si legge in un comunicato odierno. Esse provengono in primis dall’agricoltura e dai trasporti. Numerosi habitat sono fertilizzati in modo eccessivo con azoto. Ne risulta un inquinamento dell’aria e delle acque sotterranee nonché un declino della biodiversità a causa della monotonia degli ambienti.

Piccoli laghi in pericolo
L’alto tenore di fosforo impedisce la riproduzione di talune specie ittiche e nuocciono alla qualità dell’acqua in numerosi piccoli laghi. Negli specchi d’acqua inquinati dal fosforo, l’ossigeno manca in profondità, spiega il Forum biodiversità. Gli esperti, rileva il comunicato, raccomandano di adattare l’intensità della produzione agricola alla tolleranza ecologica dei siti, nonché di promuovere derrate alimentari vegetali anziché animali, perché la tenuta di animali da allevamento è la principale causa delle emissioni di azoto.

  • 1