Primi trapianti al mondo da donatori con Covid a negativi
Un 64enne e un 15enne in Italia hanno ricevuto un nuovo cuore da donatori deceduti positivi al Covid. In entrambi i casi i pazienti non hanno contratto la malattia dopo il trapianto
di Keystone-ats-ls
Primi trapianti al mondo da donatori con Covid a negativi

Un uomo di 64 anni al Sant’Orsola di Bologna e un ragazzo di 15 anni al Bambino Gesù di Roma hanno ricevuto un nuovo cuore grazie a una deroga del Centro nazionale trapianti al protocollo sperimentale sul prelievo di organi da donatori positivi al Covid. I due trapianti sono i primi al mondo da donatori deceduti positivi al Sars-Cov-2 su riceventi negativi e privi di anticorpi. In entrambi i casi i pazienti hanno ricevuto un nuovo cuore e nessuno dei due ha contratto il Covid-19 dopo il trapianto. Il primo è stato eseguito a fine aprile al Policlinico Sant’Orsola, mentre il secondo è stato a metà maggio all’Ospedale Gesù di Roma.

  • 1