Canapa medicinale più accessibile per i pazienti
Il Consiglio federale ha deciso oggi di abrogare il divieto di consumo di canapa a fini medici, facilitandone l’accesso per i pazienti con malattie croniche e spasticità. Rimangono vietati la produzione, la vendita e il consumo della sostanza per uso ricreativo
di GinB
Canapa medicinale più accessibile per i pazienti
Immagine Shutterstock

Per la prescrizione medica della canapa non sarà più necessaria un’autorizzazione eccezionale dell’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp). In altre parole, è stato abrogato il divieto di consumo a fini medici dalla Legge sugli stupefacenti (LStup). È quanto deciso oggi nella seduta del Consiglio federale, dove è stato anche precisato che la vendita e il consumo di questa sostanza a fini non medici rimane ancora vietata. La modifica di legge entrerà in vigore il prossimo 1° agosto.

Cosa cambierà?
A partire da agosto le persone malate avranno un accesso facilitato alla canapa medicinale. La decisione se impiegare o meno trattamenti medicamentosi a base di canapa sarà presa dal medico curante insieme al paziente. Di conseguenza non sarà più necessario richiedere un’autorizzazione speciale all’Ufsp. Particolare riguardo per queste terapie verrà dato a chi soffre di dolori cronici e spasticità.

Domanda in crescita
Fino ad oggi la canapa a scopi medici non poteva venir coltivata, importata o utilizzata in preparati. Negli ultimi anni si sta assistendo a un aumento delle richieste relative alle autorizzazioni eccezionali all’Ufsp. Questo implica dei rallentamenti dei trattamenti medici e non corrisponde praticamente più all’eccezionalità prevista dalla legge sugli stupefacenti. Anche se il divieto dell’uso della sostanza a fini medici è stato stralciato, per procurarsi tali medicamenti continuerà ad essere necessaria una ricetta per stupefacenti.

Periodo d’osservazione
I dati sui trattamenti medicamentosi a base di canapa che saranno raccolti dalla Confederazione serviranno in futuro come contributo in questa direzione. La raccolta dati – obbligatoria – sarà limitata ai primi sette anni dopo l’entrata in vigore della modifica di legge e permetterà di osservare l’evoluzione della prescrizione di questi medicamenti e ottenere maggiori prove della loro efficacia. Queste prove potranno sostenere, ma non sostituire, la validità di una richiesta specifica di remunerazione per medicamenti a base di canapa.

Necessari degli adeguamenti
Al fine di attuare la modifica di legge sono necessari degli adeguamenti sull’ordinanza relativa al controllo degli stupefacenti (OCStup) e all’ordinanza del DFI sugli elenchi degli stupefacenti (OEStup-DFI). Verranno inoltre disciplinate nel dettaglio le misure di controllo per la coltivazione di canapa a fini medici, il cui responsabile sarà Swissmedic.

  • 1