Proietta un porno in Piazza Maggiore, eletto «eroe» dalla rete
«L’Italia vuole goliardia», ha commentato lo studente italiano su Facebook in seguito alla vicenda
di Keystone-ATS/Redazione
Proietta un porno in Piazza Maggiore, eletto «eroe» dalla rete

Carlo, uno studente italiano di 24enne in ingegneria che ha proiettato ieri un film hard sul maxischermo di Piazza Maggiore a Bologna, approfittando dell’allestimento di una rassegna cinematografica, è diventato il protagonista di una delle notizie più lette in rete.

Nel giro di poche ore, l’uomo ha racimolato il denaro sufficiente a pagare la multa da 3.300 euro per atti contrari alla decenza e oggi, sul suo profilo Facebook, ha scritto che «l’Italia vuole goliardia» e che darà in «beneficenza» i tanti soldi raccolti in più del necessario.

L’Italia vuole goliardia - ha scritto su Facebook Carlo - dicendosi sollevato, commosso e fiero di quante persone si sono «mobilitate per salvarmi la pelle davanti a minacce da buoncostume che reputo fuori da questa linea temporale da almeno 60 anni».

  • 1