Adele: “Il mio corpo reso oggetto in tutta la mia carriera”
Il 15 ottobre uscirà il suo nuovo singolo e la cantante britannica mette a nudo anche se stessa e conquista la doppia copertina di Vogue
Redazione
Adele: “Il mio corpo reso oggetto in tutta la mia carriera”

Adele torna sulle scene dopo cinque anni e in attesa del nuovo singolo “Easy on me”, in uscita il 15 ottobre, la cantante britannica mette anche a nudo se stessa. Al punto da conquistarsi una doppia copertina di Vogue, sia l’edizione Regno Unito che quella Usa.

Adele parla della sua vita, della pandemia, del suo divorzio da Simon Konecki e delle strategie di adattamento che l’hanno aiutata a superare i momenti difficili. Tra queste la palestra e la cura del proprio corpo. “Ho passato molto tempo da sola - ha detto -. Mi sono resa conto che quando ero in palestra non avevo alcuna ansia. Non si è mai trattato di perdere peso. Ho pensato, se posso rendere forte il mio fisico, e posso sentirlo e vederlo, forse un giorno posso rendere forti le mie emozioni e la mia mente”. Tuttavia la sua trasformazione fisica è diventata pane per i tabloid in tutto il mondo e lei stessa ha detto che non era la prima volta che il suo corpo diventava il centro dell’attenzione. “Il mio corpo - ha spiegato - è stato reso oggetto durante tutta la mia carriera. Non solo ora e capisco perché è uno shock. Capisco perché alcune donne in particolare si sono sentite ferite. A vista ho rappresentato tante donne. Ma sono sempre la stessa persona”.

Ha confessato inoltre che la parte peggiore della sua trasformazione è stato vedere altre donne iniziare una conversazione brutale sul suo corpo. “Mi ha molto rattristata - ha detto -, mi sono sentita ferita”.

  • 1