Altro
Pippi Calzelunghe compie 75 anni
La figlia di Astrid Lindgren racconta la nascita di uno dei personaggi di libri per bambini più famosi al mondo
La Redazione
Pippi Calzelunghe compie 75 anni
Pippi Calzelunghe compie 75 anni

Probabilmente la più grande storia di successo nella letteratura mondiale per bambini ha avuto inizio nel letto di una bimba svedese di sette anni. "Pippi Calzelunghe è nata nel momento in cui ho detto a mia madre: per favore, raccontami altre storie", ricorda Karin Nyman, figlia di Astrid Lindgren.

All'epoca era malata a letto e voleva che sua madre la intrattenesse. Quasi disperatamente, Lindgren chiese cos'altro potesse dirle, racconta Nyman. "E così ho detto: hmm, parlami di Pippi Calzelunghe! Era solo un nome che mi è venuto in mente".

Da questa divertente idea è nato uno dei personaggi di libri per bambini più famosi del pianeta. I volumi di Astrid Lindgren sulle avventure della ragazza più forte del mondo sono stati tradotti in 77 lingue e quasi 66 milioni di copie sono state vendute in tutto il mondo. Milioni di ragazzini sono stati ispirati dalle storie selvagge di Pippi, sia attraverso le opere di Lindgren che negli altrettanto famosi film di Pippi con Inger Nilsson nel ruolo principale. Anche in Svizzera Pippi Calzelunghe ha influenzato generazioni di bambini come nessun altro. Ed è ancora un modello per gli adolescenti di tutto il mondo.

Tutto questo era ancora impensabile al momento del decimo compleanno di Karin Nyman. Quel giorno, il 21 maggio 1944, ricevette un regalo molto speciale da sua madre. "Ho ricevuto il manoscritto di Pippi Calzelunghe quando ho compiuto dieci anni", spiega Nyman all'agenzia di stampa tedesca Dpa. Un anno dopo, nel 1945, "Pippi Långstrump", venne pubblicato nella prima edizione svedese: ed è per questo che quest'anno si festeggia ufficialmente il 75esimo compleanno di Pippi Calzelunghe.

A causa del coronavirus le celebrazioni avvengono in tono minore. La maggior parte degli eventi legati all'anniversario - in particolare a Stoccolma - sono stati cancellati o posticipati.