Capodanno amaro per Christa Rigozzi
L'ex miss Svizzera al centro di una polemica con un ristorante di Leukerbad reo di aver ignorato una sua prenotazione
Redazione
Capodanno amaro per Christa Rigozzi
Capodanno amaro per Christa Rigozzi

Doveva essere una normale serata al ristorante per Capodanno, con figli e famiglia, invece si è trasformata in un'infuocata diatriba mediatica. Tutto è cominciato quando l'ex miss Svizzera si è lamentata su Instagram di aver riservato un tavolo per sette per poi vedersi annullare la prenotazione. Galeotto apparentemente il servizio di riservazione online che la proprietaria nega di aver mai sottoscritto, specificando che il suo locale ha sempre e solo accettato prenotazioni via telefono.

La sfortunata showgirl l'avrebbe però scoperto solo una volta giunta al ristorante con comprensibile grande delusione e conseguente sfogo sui social media, oltre all'invito collettivo ai suoi follower a boicottare il ristorante. Dopo un articolo del primo gennaio del Blick sulla vicenda, la polemica si è però gonfiata ulteriormente negli ultimi giorni: da una parte con Christa Rigozzi che ha comunicato, sempre al giornale d'oltralpe, di aver telefonato in precedenza per confermare la prenotazione ma di aver ricevuto una risposta molto aggressiva da parte della gerente. Dall'altra con la proprietaria del ristorante e la sua famiglia che hanno rivelato, sempre al Blick, di temere per il futuro dei loro affari a seguito dell'invito al boicottaggio della miss.

Preoccupazioni che al momento non sembrano essere confermate dai fatti, anzi: dopo la querelle, sarebbero più di un centinaio le nuove recensioni online al ristorante, quasi tutte positive. Fatto che sembrerebbe anche evidenziare il parere del pubblico svizzero-tedesco sulla questione.