Derby
L'Ambrì-Piotta interrompe la striscia negativa nei derby: 5-4 al Lugano
©Gabriele Putzu
©Gabriele Putzu
Samuele Quadri
7 mesi fa
L'Ambrì-Piotta sfata il tabù derby e supera il Lugano 5-4. In classifica i leventinesi effettuano il soprasso sui bianconeri.

Ambrì - Lugano 5-4 (2-2/1-0/2-2): 02'33 Douay (A), 12'50 Joly (L), 17'23 Joly (L), 17'58 Eggenberger (A), 36'05 De Luca (A), 41'46 Ruotsalainen (L), 46'20 Heed (A), 57'21 Dauphin (A), 58'59 Joly (L)

Primo tempo

L'Ambrì-Piotta parte forte e per il primo minuto s'installa nel terzo offensivo: la retroguardia bianconera è attenta. Al 2' l'Ambrì si porta in vantaggio grazie ad una conclusione dalla linea blu di Virtanen che trova la deviazione vincente di Douay: 1-0. Al 5' Spacek serve Zwerger nello slot, ma Schlegel si oppone all'attaccante biancoblù. Al 9' è De Luca ad impensierire Schlegel, ma il portiere dei bianconeri devia con la spalla. Al 10' il Lugano ha la prima opportunità in superiorità numerica della partita; gli uomini di Gianinazzi sfiorano la rete, ma Juvonen nega la rete al powerplay sottocenerino. Nel minuto successivo i leventinesi vanno vicini al gol del raddoppio in shorthand in tre circostanze: Dauphin scalfisce anche il palo alla destra dell'estremo difensore bianconero. Allo scadere della superiorità numerica Carr lancia Joly indisturbato verso la porta di Juvonen e l'attaccante canadese non sbaglia: 1-1. Al 17' l'Ambrì-Piotta esce male dal terzo e ne approfitta Joly che sigla la sua doppietta personale e il 2-1 per il Lugano. Non passa neanche un minuto e gli uomini di Cereda rimettono in parità il derby grazie ad Eggenberger: 2-2. 

Secondo tempo

Al 3' Juvonen si supera in due circostanze: prima su Peltonen poi su Joly. Al 6' prima opportunità in powerplay anche per l'Ambrì-Piotta, ma la retroguardia bianconera resiste. I leventinesi non sfruttano neanche la superiorità numerica successiva dopo che il Lugano si è fatto pescare con troppi uomini sul ghiaccio. Al 15' Schlegel salva nuovamente i suoi con un intervento sul tocco sotto porta di Bürgler. Al 16' l'Ambrì-Piotta si riporta in vantaggio grazie ad una magia di De Luca che batte Schlegel e fa 3-2. Sul finale di periodo il Lugano gestisce male un'occasione di superiorità numerica e l'Ambrì non si fa sorprendere. 

Terzo tempo

Il terzo tempo si apre con il Lugano che rimette in equilibrio la partita grazie ad un contrattacco finalizzato da Ruotsalainen: 3-3. Al 4 Virtanen recupera il disco nel suo terzo e serve Dauphin che a tu per tu con Schlegel spreca. Al 6 l'Ambrì-Piotta rimette la testa avanti: Heed riceve il disco e dalla media distanza insacca il 4-3. Al 11' De Luca si fa spedire sulla panchina dei cattivi e il Lugano ha l'opportunità di giostrare con l'uomo in più sul ghiaccio, ma la retroguardia leventinese fa buona guardia. Al 17' Dauphin firma il 5-3 a porta vuota. In situazione di di 6c5 Joly riesce a siglare il 5-4 ad un minuto dal termine. Mancano 30 secondi e Thürkauf sfiora la rete del pareggio, ma un doppio palo nega il gol al capitano dei bianconeri. Arriva la terza sirena della Gottardo Arena e l'Ambrì-Piotta torna a vincere un derby. I leventinesi effettuano anche il sorpasso in classifica nei confronti dei bianconeri.

I tag di questo articolo