La partita
L'Ambrì cade alla Swiss Life Arena
© Ti-Press
2 mesi fa
Gli uomini di Cereda vengono sconfitti in rimonta dallo Zurigo pur giocando una buona partita. Per i biancoblù è un weekend da zero punti.

Primo tempo

Dopo pochi secondi arriva la prima fiammata sponda biancoblù con una conclusione da posizione complicata di Grassi, ma Hrubec respinge. La partita è iniziata da poco e l'Ambrì sembra essere sceso sul ghiaccio con il piglio giusto. Al 4' Grassi strappa un disco alla retroguardia dei Lions e sul suo bastone ha un'altra grande chance, ma l'attaccante biancoblù si fa ipnotizzare dal portiere zurighese. Lo Zurigo è ancora negli spogliatoi e gli errori difensivi iniziano a collezionarsi. Al 6' i leventinesi sbloccano le sorti dell'incontro. Zwerger recupera il puck nel settore avversario e incuneandosi nella difesa nemica riesce a servire Pestoni che al volo non sbaglia. Lo staff zurighese, però richiama gli arbitri al controllo video e decidono di annullare la rete a causa di un leggero disturbo di Zwerger su Hrubec: permangono dei dubbi. Un minuto più tardi gli uomini di Cereda hanno la possibilità di giostrare sul ghiaccio con l'uomo in più. La superiorità numerica premia i biancoblù: Bürgler prova la conclusione dalla sinistra, ma il palo nega la rete allo svittese; il disco, però, carambola sul bastone di Pestoni che a porta sguarnita sigla la rete dell'1-0. Il vantaggio leventinese ha risvegliato lo Zurigo che con il passare del tempo aumenta il pressing verso la retroguardia sopracenerina. Al 12', però, l'Ambrì punisce in contropiede grazie ad un'iniziativa di Chlapik che serve Dotti, ma Hrubec para e sul rebound Spacek segna il 2-0. Al 13' lo Zurigo accorcia le distanze con un tentativo in solitaria di Riedi che sorprende Conz: 2-1. Al 17' I Lions in powerplay pareggiano le sorti dell'incontro con una deviazione di Hollenstein. Arriva la sirena che pone fine al primo periodo. L'Ambrì-Piotta si è fatto preferire con diverse occasioni frutto anche di un'intelligente aggressività mostrata sul ghiaccio.

Secondo tempo

In apertura di secondotempo lo Zurigo sfrutta l'occasione in powerplay con un polsino di Azevedo: Conz battuto e 3-2. L'Ambrì affida la sua reazione alle iniziative di Pestoni, ma il risultato non cambia e i biancoblù restano sotto di una sola lunghezza. Al 7' i leventinesi hanno un'altra grande opportunità con Spacek dopo un errore difensivo dei Lions; il ceco dallo slot si fa negare la rete del pareggio da Hrubec. Al 9' Bodenmann ha l'occasione da posizione favorevole di allungare sugli avversari, ma l'attaccante zurighese sbaglia. Al 15' Marchand ha la possibilità di rimettere in equilibrio il match, il suo backhand, però, non sorprende Hrubec. Al 18' il portiere zurighese mette in mostra un altro "big save" su un tentativo di Chlapik. A 20 secondi dalla fine del tempo Bürgler si libera della difesa dello Zurigo, ma sulla conclusione a frapporsi tra l'attaccante e il gol questa volta è l'asta. Termina il periodo centrale con i Lions avanti di una sola lunghezza: l'Ambrì-Piotta è ancora in partita.

Terzo tempo

Pronti, via e lo Zurigo mette a segno il poker. Lammikko raccoglie un disco morto nello slot, non ci pensa due volte e trafigge Conz: 4-2. Cereda chiama il coach challenge, ma gli arbitri reputano regolare l'entrata nel terzo offensivo da parte dei Lions. Il tempo scorre e le fasi di gioco iniziano ad essere spezzettate. Al 9' Diem, tutto libero, prova la conclusione a botta sicura e Conz si supera tenendo ancora a galla i suoi. Si susseguono le penalità da una e dall'altra parte, ma la stanchezza si fa sentire e i leventinesi non riescono ad imbastire azioni interessanti. A 2'29 Cereda decide di togliere Conz per giocarsi il tutto per tutto. Niente da fare. Si chiude la partita alla Swiss Life Arena che mantiene la sua imbattibilità. I biancoblù rientrano in Ticino senza nessun punto.

ZSC Lions - Ambrì-Piotta 4-2 (2-2/1-0/1-0) : 8'18 Pestoni (A), 12'15 Spacek (A), 13'24 Riedi (Z), 16'53 Hollenstein (Z), 21'04 Azevedo (Z), 41'55 Lammikko (Z)

I tag di questo articolo