Infoaziende
Sport Academy: un progetto per lo sport e per la Regione mendrisiotto e Basso Ceresio
un anno fa
L’obiettivo è costruire una nuova struttura attrezzata per lo sport

Sta prendendo forma passo dopo passo nel Mendrisiotto il progetto SportAcademy, anche se la strada da percorrere per coronare il sogno dei suoi promotori è ancora lunga.

Di cosa si tratta? Quella che sta per spiccare il volo - quale simbolo dell’iniziativa è stata scelta significativamente l’immagine di una farfalla – è un’idea partita dal basso e che vede coinvolte diverse associazioni sportive attive a sud del ponte diga di Melide e che operano su più fronti: la ginnastica artistica, le arti marziali e l’arrampicata. L’obiettivo è quello di riunire sotto un solo tetto i praticanti di queste discipline per i loro allenamenti. SportAcademy vuole in questo modo dare una risposta al bisogno di spazi che stanno rivelando sempre più insufficienti nelle palestre esistenti. Un problema, in questo senso, è pure quello legato alla necessità di conciliare i diversi utilizzi delle attuali strutture sportive offrendo inoltre un impianto che risponda alle esigenze tecniche più moderne legate alle diverse discipline.

A comporre la cordata che mira alla realizzazione del progetto figurano le cinque società di ginnastica presenti nel Mendrisiotto e Basso Ceresio (SFG Chiasso, Balerna, Morbio Inferiore, Mendrisio e Stabio) e in particolare il raggruppamento Gym Elite che ne è l’espressione, il Doyo Arti marziali del Mendrisiotto sotto il cui cappello si praticano varie discipline (judo, karate, Ju Jitsu, ecc.) e la Sezione di Chiasso della Società alpinistica ticinese. Nel nuovo centro non vi sarà tuttavia posto solo per lo sport competitivo e di punta. Saranno diverse centinaia le giovani e i giovani che potranno far capo a SportAcademy. Il luogo scelto, grazie alla disponibilità della Città di Mendrisio che ha messo a disposizione il terreno, si trova a Genestrerio, nelle immediate vicinanze dell’esistente sala polivalente. La progettazione della nuova struttura, pensata secondo criteri di avanguardia pure a livello ambientale e nel rispetto delle norme Minergie, è stata affidata all’architetto Otto Krausbeck. Accanto a nuovi elementi, il concetto pensato dal suo ideatore prevede il recupero dell’ex-biblioteca dell’Accademia di architettura che si trova attualmente a Mendrisio, una struttura in legno che porta la firma di Mario Botta e Aurelio Galfetti e questo a riprova della sostenibilità ambientale del progetto.

L’investimento richiesto per la realizzazione rasenta i 3 milioni di franchi, in parte già coperti grazie ai contributi del Fondo Sport Toto e, non da ultimo, attraverso i mezzi propri messi a disposizione dalle società all’origine dell’iniziativa e che, a tale scopo, hanno costituito una fondazione nominata SportAcademy. Per coprire il budget si conta pure sul sostegno dei Comuni del Mendrisiotto e Basso Ceresio, ma evidentemente servono partners privati e saranno ben accetti pure contributi individuali dei quali sarà regolarmente reso conto sul settimanale di Mendrisio L’Informatore.

Per partecipare alla campagna di sottoscrizioni sono a disposizione la piattaforma progettiamo.ch e il sito di www.SportAcademy.team. I promotori contano su un ampio sostegno.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata