Trump non si rassegna e continua a parlare di brogli
Il Presidente uscente in una serie di tweet continua la sua battaglia con Joe Biden, parlando di “centinaia di migliaia di voti illegali” che sarebbero stati trovati dal suo staff, senza fornirne però le prove
di MJ/ATS
Trump non si rassegna e continua a parlare di brogli

Donald Trump non si rassegna e continua a battere sul chiodo dei brogli. In una lunga serie di Tweet infatti il Presidente uscende degli Stati Uniti ha rilanciato il suo attacco al Presidente eletto Joe Biden.

“Centinaia di migliaia di voti illegali”
“Perché Joe Biden sta formando rapidamente” la sua amministrazione “quando i miei investigatori hanno trovato centinaia di migliaia di voti illegali sufficienti a capovolgere” il risultato “in almeno quattro Stati, e quindi ad avere abbastanza voti per vincere le elezioni?”. Trump ha inoltre twittato, augurandosi che i “legislatori e i tribunali abbiano il coraggio di fare quello che va fatto per mantenere l’integrità delle nostre elezioni e dell’America. Il mondo sta guardando”.

Il Washington Post scrive inoltre che Trump potrebbe annunciare entro la fine dell’anno una sua candidatura per il 2024. Il quotidiano cita alcune fonti, secondo le quali il presidente in carica avrebbe confidato ad alcuni dei suoi uomini di voler restare una “forza onnipresente” in politica e nei media.

Rigettata la causa in Pennsylvania
Intanto però un giudice federale della Pennsylvania ha rigettato l’azione legale della campagna elettorale del presidente degli Usa uscente Donald Trump per sospendere la certificazione del voto nello Stato.

La bocciatura apre la strada alle autorità della Pennsylvania per certificare i risultati elettorali. Per Trump si tratta di un’ennesima sconfitta, probabilmente quella di più alto profilo da quando il candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden ha vinto le elezioni con 6 milioni di voti in più, a livello nazionale, rispetto al presidente in carica.

  • 1