“Trump non è più a rischio”
Secondo il medico del presidente americano “a dieci giorni dall’inizio dei sintomi i test rivelano una diminuzione della carica virale”
Redazione
“Trump non è più a rischio”
Foto Shutterstock

“A dieci giorni dall’inizio dei sintomi, senza febbre da oltre 24 ore e con tutti i sintomi migliorati, i test rivelano che non ci sono più prove di un virus che si sta attivamente riproducendo. Inoltre i test hanno mostrato una diminuzione della carica virale”.

Lo afferma il medico di Donald Trump, Sean Conley aggiungendo che Donald Trump “non è più considerato a rischio di trasmissione” del virus ad altri. “Sono lieto di comunicare che il presidente centra i criteri del Cdc per una interruzione dell’isolamento in sicurezza”.

  • 1