Trovato morto in cella John McAfee, creatore dell’omonimo antivirus
Si trovava in detenzione in Spagna in quanto ricercato dalle autorità americane come presunto evasore fiscale, il tribunale aveva dato oggi l’ok per l’estradizione. Si teme si tratti di suicidio
di Keystone-ATS/MJ
Trovato morto in cella John McAfee, creatore dell’omonimo antivirus
Foto Wikimedia Commons

Il fondatore dell’antivirus McAfee, John McAfee, è stato trovato morto nella cella di un carcere di Barcellona in cui era detenuto. Lo riportano El País ed altri media iberici, citando fonti penitenziarie. Si teme che si sia suicidato. McAfee, 75 anni, era stato arrestato all’aeroporto di Barcellona lo scorso ottobre, in quanto ricercato dalle autorità degli Stati Uniti come presunto evasore fiscale. Oggi il tribunale spagnolo dell’Audiencia Nacional ha dato l’ok all’estradizione negli Stati Uniti.

McAfee era stato in precedenza protagonista di una vita turbolenta: licenziato come insegnante da un college per aver avuto una relazione con una studentessa, aveva subito in seguito un arresto per possesso di stupefacenti e una successiva disintossicazione da diverse droghe oltre ad essere stato interessato da diverse cause legali, legate all’infortunio di un dipendente e la morte di uno studente della sua scuola di volo. Nel 2008 si era trasferito dagli Stati Uniti in Belize dove era stato sospettato dell’omicidio di un vicino di casa, dopodiché era fuggito illegalmente in Guatemala. Arrestato e deportato negli Stati Uniti, nel 2016 si era candidato alla Presidenza degli Stati Uniti per il partito libertario. McAfee era stato infine arrestato in Spagna nell’ottobre 2020.

  • 1