Sventato un attentato in Svizzera
Arrestati in Germania due cittadini svizzeri sospettati di voler pianificare un attentato nella Confederazione
di keystone-ats/sca
Sventato un attentato in Svizzera
Immagine Shutterstock

La polizia tedesca ha probabilmente impedito un attacco dinamitardo in una grande città svizzera. Un’unità speciale di intervento ha infatti arrestato due cittadini elvetici di 24 e 26 anni fortemente sospettati di voler acquistare esplosivi a Stoccarda (Germania) a tal fine.

Stando agli elementi dell’inchiesta, il duo intendeva usare l’esplosivo “per un crimine presumibilmente pianificato in una grande città” della Confederazione, hanno indicato oggi il Ministero pubblico e la polizia criminale del Baden-Württemberg, citati dall’agenzia di stampa tedesca Dpa. Tuttavia, nessun indizio lascia finora supporre un atto motivato da ragioni politiche, hanno aggiunto, senza fornire ulteriori dettagli in merito.

L’Ufficio federale di polizia (Fedpol) e il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) hanno indicato all’agenzia Keystone-ATS di essere a conoscenza degli arresti. Fedpol ha aggiunto di lavorare in stretto contatto con le autorità svizzere e del Baden-Württemberg competenti. Per il momento, l’MPC non ha aperto alcun procedimento penale al riguardo.

I due uomini sono stati arrestati lunedì e si trovano tuttora in detenzione preventiva. Le autorità stavano indagando su di loro dall’inizio del mese. Hanno ritrovato tracce sul cosiddetto “darknet”, un gruppo di siti Internet nascosti e accessibili solo attraverso un browser apposito. Qui gli inquirenti si sono imbattuti in una persona che desiderava, in particolare, acquistare dell’esplosivo.

  • 1