Primo “caso sospetto“ in Corea del Nord: è lockdown
Kim Jong-un ha dichiarato lo stato di massima allerta per il coronavirus
Redazione
<b>Primo “caso sospetto“ in Corea del Nord: è lockdown</b>
©U.S. Department of State from United States

La Corea del Nord ha registrato il primo “caso sospetto” di coronavirus nel paese. Dopo una riunione d’emergenza, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato lo stato di massima allerta. Secondo quanto riportato dall’agenza di stampa ufficiale nordcoreana, la persona potenzialmente infetta sarebbe scappata dalla Corea del Nord tre anni fa e rientrata lo scorso 19 luglio dopo aver varcato illegalmente la linea di demarcazione con la Corea del Sud attraverso la Zona demilitarizzata.

L’uomo è stato messo in quarantena e come lui tutte le persone con cui è entrato in contatto. La stessa città di Kaesong, situata vicino al confine con la Corea del Sud è stata messa in lockdown.

  • 1