Pass sanitario in Francia, il governo corregge il tiro
Le regole che impongono il Green Pass per accedere ad alcuni esercizi pubblici scattano domani, il governo di Parigi però ha allentato su alcuni aspetti
Redazione
Pass sanitario in Francia, il governo corregge il tiro
Foto Shutterstock

Il governo francese allenta leggermente la presa sulle restrizioni legate al pass sanitario. Ad una settimana dagli annunci del presidente Emmanuel Macron, il progetto di legge è stato presentato ieri in consiglio dei ministri. Con alcuni alleggerimenti. In particolare, il governo ha tenuto a smussare gli angoli su alcuni temi sensibili. Il calendario di applicazione del pass sanitario resta fissato per domani, 21 luglio per cinema e teatri poi, da inizio, agosto, per ristoranti e caffé. L’esecutivo ha tuttavia deciso di applicare un periodo di “rodaggio” durante il quale i controlli si limiteranno ad un semplice “accompagnamento”. Per quanto tempo? “Una settimana o piu’...”,è stata la risposta sibillina del portavoce del governo, Gabriel Attal, secondo cui la Francia “è entrata nella quarta ondata” del virus. Ma non è tutto.

I gestori dei locali sono tenuti a far rispettare il controllo del pass sanitario se non vogliono essere sanzionati. Inizialmente la multa poteva essere fino ad un anno di carcere e 45.000 euro di multa. Adesso è stata sostituita da una sanzione progressiva, fino a 1.500 euro, per una persona fisica, che può salire fino a 9000 euro e un anno di carcere in caso di recidiva. Quanto ai centri commerciali, non saranno tutti oggetto del giro di vite. Specifici decreti fisseranno le regole anche a seconda delle dimensioni e dell’ubicazione. Quando l’accesso a beni di prima necessità è possibile solo “in un grande centro commerciale non sarà richiesto il pass sanitario”; ha precisato Attal. Cadono inoltre i controlli notturni, fra le 23 e le 8 del mattino, durante l’isolamento di 10 giorni per i positivi al Covid. Quest’ultima decisione segue il parere del Consiglio di Stato che si era espresso sul tema, chiedendo che i controlli da parte delle forze dell’ordine non avvenissero “nel periodo notturno”.

La Francia ha superato per la prima volta, venerdì, la soglia dei 10.000 nuovi casi. Ieri sono stati 7.041 i ricoveri legati al Covid.

  • 1