Omicron frena l’economia statunitense
Goldman Sachs ha ridotto le stime di crescita del Pil degli USA
di Keystone-ATS
Omicron frena l’economia statunitense
Immagine di Maxim Hopman

Goldman Sachs ha tagliato le sue stime sulla crescita dell’economia degli Stati Uniti nel 2021 e 2022, a fronte dell’impatto, giudicato comunque “modesto“, della variante Omicron del Covid-19.

La banca d’affari statunitense, secondo un report agli investitori di cui dà conto la Bloomberg, si aspetta ora una crescita del Pil del 3,8% quest’anno, contro il precedente 4,2%, e ha ridotto al 2,9% dal 3,3% precedente la crescita attesa per il 2022.

Nonostante l’impatto contenuto sul settore dei servizi, secondo Goldman la diffusione più rapida del virus associata a Omicron rischia di esacerbare la situazione già tesa sul fronte delle forniture e ritardare ulteriormente il ritorno al lavoro in presenza in molti settori.

  • 1