“Non è Denise Pipitone”
Il caso della bambina scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo ha vissuto un ultimo episodio tra Russia e Italia, ma Olesya Rostova si è rivelata essere un’altra persona
Redazione
“Non è Denise Pipitone”
Screenshot 1tv

Il caso della piccola Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo, in Sicilia, è tornato a fare le prime pagine della stampa italiana nell’ultima settimana. Quando una ventenne russa, Olesya Rostova, si è rivolta alla trasmissione Lasciali parlare del canale russo 1tv cercando sua madre e si è vista la forte somiglianza con Piera Maggio, la madre della piccola italiana scomparsa.

Dopo giorni di tam tam mediatico in Italia e in Russia, pochi minuti fa la trasmissione ha svelato che il gruppo sanguigno della ragazza russa è diverso da quello di Denise Pipitone. L’avvocato della famiglia italiana, Giacomo Frazzitta, ha accettato di partecipare alla trasmissione russa per ricevere in cambio il gruppo sanguigno della Rostova.

Nel corso dello show (che non era in diretta) vi è stata una lunga discussione, con Frazzitta che ha accusato il programma di spettacolarizzare la vicenda. Alla fine i produttori della trasmissione hanno accettato di inviare per messaggio il gruppo sanguigno della ventenne russa all’avvocato italiano e tutto si è concluso rapidamente: “Purtroppo non è il gruppo sanguigno di Denise”, ha concluso.

  • 1