Estero
Michel: “Sanzioni contro la Russia? Attenzione agli interessi Ue”
2 mesi fa

“Noi puntiamo molto sul coordinamento delle sanzioni e sull’implementazione che deve essere il prossimo step”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel in conferenza stampa al castello di Elmau, in Germania, dove è in corso il G7. “Le sanzioni - ha sottolineato - devono impattare sulle facoltà della Russia che sta conducendo una guerra, ma dobbiamo tenere in considerazione anche i nostri interessi economici”.

“Le azioni della Russia hanno messo il mondo a rischio: dal primo giorno abbiamo mostrato unità nel sostenere Kiev e sanzionare Mosca. L’Ucraina ha bisogno di più aiuti militari, più aiuti finanziari e lo faremo”, ha detto il presidente del Consiglio Europeo. “Spero che ci sia al più presto una intesa per permettere al grano ucraino di lasciare i porti del mar Nero. Nel frattempo dobbiamo cercare anche delle alternative attraverso Romania e Polonia”, ha aggiunto Michel.

Price cap

Al G7 l’Ue è pronta a discutere il price cap sui “servizi relativi al petrolio”, per esempio sugli “aspetti finanziari e di trasporto”, ha detto il presidente del Consiglio Europeo in conferenza stampa. L’obiettivo, ha spiegato, è “colpire la Russia e non le nostre economie” dunque bisogna capire “gli effetti collaterali” delle eventuali misure ma siamo pronti “a prendere le decisioni”.

© Ticinonews.ch - Riproduzione riservata