Melania condanna l’assalto al Capitol Hill
La First Lady rompe il silenzio e condanna le violenze del 6 gennaio. “Sono delusa e scoraggiata, la violenza non è mai accettabile”
di Keystone-ATS/MMINO
Melania condanna l’assalto al Capitol Hill

La First Lady americana Melania Trump rompe il silenzio e condanna le violenze del 6 gennaio a Capitol Hill dicendosi “delusa e scoraggiata” da quanto accaduto. Lo si legge in un testo pubblicato dalla Casa Bianca.

“Condanno le violenze”
“Condanno assolutamente le violenze che si sono verificate nel Campidoglio della nostra nazione. La violenza non è mai accettabile”, scrive. Le considerazioni sono contenute in un testo a firma di Melania Trump in cui la First Lady riflette sugli avvenimenti del 2020, a partire da quello che definisce il “nemico invisibile”, il covid-19. Ma subito nel testo emerge il riferimento ai fatti del 6 gennaio scorso, quando la First Lady menziona per nome le vittime dell’assalto a Capitol Hill ed esprime la vicinanza alle loro famiglie.

“Delusa e scoraggiata”
“Sono delusa e scoraggiata da quanto accaduto la scorsa settimana”, si legge, “trovo vergognoso che attorno a questi fatti tragici siano emersi pettegolezzi salaci, attacchi personali immotivati e accuse false e fuorvianti su di me, da parte di persone che cercano rilevanza e hanno uno scopo. Questo è un momento da dedicare esclusivamente a guarire il nostro paese e i suoi cittadini. Non da utilizzare per fini personali”.

“La violenza non è mai accettabile”
Quindi la condanna esplicita da parte della First Lady: “La nostra nazione deve guarire in maniera civile. Non ci si sbagli a riguardo: io condanno assolutamente la violenza che si è verificata al Campidoglio. La violenza non è mai accettabile”.

  • 1